Arresti fra le fila della mafia nigeriana, fra le imputazioni tratta di esseri umani

Traffico e lo spaccio di droga, lo sfruttamento della prostituzione, la tratta di esseri umani e la falsificazione di documenti queste alcune delle imputazioni.

Nella mattinata odierna, presso le Case Circondariali di Santa Maria Capua Vetere (CE), Arienzo (CE), Pozzuoli (NA) e Napoli Secondigliano, nell’ambito di un’articolata indagine coordinata dai magistrati della Procura della Repubblica di Napoli – Direzione Distrettuale Antimafia -, i Carabinieri della Stazione di Grazzanise (CE) hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal Tribunale di Napoli, nei confronti di Lawuna Musah Mohammed, Lee Thomas, Jhon Cool, Aduse Comfort, Issaka Abduail, Gyan Williams ritenuti responsabili, a vario titolo di vari reati fra cui associazione di tipo mafioso poichè appartenenti al Gruppo degli Eye, Neo Black Movement ovvero Black Axe, che fa parte di un più ampio sodalizio radicato in Nigeria e diffuso in diversi stati europei ed extraeuropei, finalizzato al traffico e lo spaccio di droga, lo sfruttamento della prostituzione, la tratta di esseri umani, la falsificazione di documenti.

Gli imputati sarebbero oltretutto colpevoli di tentata induzione alla prostituzione in concorso, aggravata dal metodo mafioso per aver indotto una giovane donna nigeriana a svolgere attività di prostituzione, esercitando nei suoi confronti ripetutamente violenze, minacce, danneggiamenti, rapine, estorsioni -anche con l’uso di armi-, avvalendosi della forza di intimidazione derivante dalla loro appartenenza alla predetta associazione mafiosa.