Bucchi si presenta alla stampa. Tanta ambizione quanta riconoscenza per gli sforzi del presidente Iavazzi.

bty

Alla presentazione di Piero Bucchi, tanti gli argomenti affrontati. Dalle condizioni societarie alla squadra in allestimento. Giuri rinnova con un biennale.

Bucchi si presenta. Tranquillo, elegante ma allo stesso tempo anche emozionato per la sua nuova esperienza. Caserta è una piazza importante, dalla grande storia e tradizione cestistica. Piero lo sa bene. Le sue prime parole sono proprio dirette alla sua nuova città del basket. Tante parole anche di elogio verso il presidente Iavazzi e verso i suoi sacrifici e disponibilità.

Mercato

Si parte nel presentare anche Ryan Arcidiacono e si chiarisce anche quello che sarà il suo ruolo in squadra. Bucchi lo vede come play, un metronomo in mezzo al campo a cui affiancare un 2 o un 3 con più punti nelle mani. A proposito di mercato, il presidente Iavazzi dichiara anche come non ci siano troppi dubbi sulla permanenza a Caserta del capitano Marco Giuri. Biennale per lui, così come per Arcidiacono. Al momento si guarda più al mercato Italiano che a quello estero. Si sa che quest’ ultimo è il più povero, e c’è la necessità di muoversi in fretta.

Intesa Vigorito

Iavazzi prende la parola per lo più per chiarire il suo rapporto con il presidente del Benevento calcio. L’intesa c’è ed è forte. Iavazzi sembra fidarsi ciecamente di Vigorito. Con lui c’è un accordo verbale, e ciò sembra bastare a Iavazzi per proseguire con questa nuova avventura targata Piero Bucchi.

Ambizioni

Piero Bucchi si tradisce quando si parla di ambizioni per la stagione a venire. Chiaro che l’obiettivo è raggiungere la salvezza il prima possibile, tuttavia più volte si volta per osservare il presidente Iavazzi seduto alla sua destra. Chiaro che l’ambizione per qualcosa di più ci sia, ma tutto dipenderà anche dalle condizioni economiche e societarie della Juve Caserta. Insomma, ci sono tutte le intenzioni di sorprendersi quest’anno, e puntare a qualche obiettivo più alto di una tranquilla salvezza.