“DonoDay 2017” a Santa Maria C. V.: al via la 2° edizione

L’iniziativa, promossa dall’amministrazione comunale di Santa Maria Capua Vetere, è supportata dell’Istituto Italiano della Donazione, sul quale sito nazionale è possibile visitare la pagina dell’evento

Il Comune di Santa Maria Capua Vetere, su iniziativa del consigliere comunale Edda De Iasio, ha aderito al “Giorno del Dono”, evento giunto alla sua seconda edizione e promosso dall’Istituto Italiano della Donazione, ente che da oltre 10 anni verifica il buon uso delle risorse raccolte dalle organizzazioni “no profit” e incentiva la cultura della donazione.

L’amministrazione comunale, al fine di attribuire meritata visibilità al tema del “dono” in tutte le sue forme, ha previsto una mattinata all’insegna della sensibilizzazione, della solidarietà, della compartecipazione e, in generale, della cultura del dono. In piazza Mazzini, domenica 1 ottobre a partire dalle 10.00, verranno quindi promosse attività ed iniziative finalizzate alla costruzione di una cultura condivisa del dono attraverso la partecipazione congiunta dell’Avis (presente sul posto con un’autoemoteca per il prelievo e la conservazione del sangue), dell’AVO (che presenterà tutte le attività di volontariato e i relativi corsi previsti per il 2017/18), del CIF (per la promozione della crescita umana, professionale e sociale delle donne), della sezione locale dell’UNITALSI (sensibilizzazione alla cura del malato con testimonianze dei giovani dediti al volontariato), del nucleo comunale della Protezione civile e dell’AIDO. Quest’ultima avrà anche il compito di illustrare ai cittadini le modalità per richiedere la nuova carta di identità elettronica corredata dalla dichiarazione di volontà alla donazione di organi a scopo di trapianto che, dallo scorso mese di agosto, è disponibile presso l’Ufficio Anagrafe del Comune di Santa Maria Capua Vetere.

“Abbiamo fortemente inteso far aderire il nostro Comune a questa giornata voluta dall’Istituto Italiano della Donazione – hanno dichiarato il sindaco Antonio Mirra e il consigliere comunale Edda De Iasio – poiché riteniamo che il dono sia un miracolo silenzioso che arricchisce ognuno di noi. Questa giornata vuole essere un segno forte per istituzionalizzare la generosità spontanea e per valorizzare e coltivare la solidarietà. L’obiettivo è quello di costruire una cultura del dono come strumento prezioso di condivisione e scambio di valori”.