Giornata Nazionale A.I.D.O.: in 1.500 piazze di tutta Italia, Caserta inclusa, due giorni di sensibilizzazione

“Un Anthurium per l’informazione” è il nome del periodico appuntamento che si terrà allo scopo di sensibilizzare i cittadini sulla donazione di organi promossa dall’A.I.D.O.

Si rinnova l’appuntamento “Un Anthurium per l’informazione”, la campagna di sensibilizzazione sulla donazione organi promossa da A.I.D.O. – Associazione Italiana per la Donazione di Organi, Tessuti e Cellule, che sarà presente con i suoi volontari nelle principali piazze italiane, sabato 30 settembre e domenica 1 ottobre.

I volontari AIDO saranno presenti nel comune di Caserta, a Largo San Sebastiano, domenica 1 ottobre dalle 9,00 alle 13,00.

Dal 1973 A.I.D.O., insieme agli oltre 1 milione e 350 mila soci, si batte affinché la cultura dell’informazione e della sensibilizzazione sul tema della donazione si diffonda in maniera corretta e possa portare ad una scelta che in moltissimi casi significa donare la vita. Per questo motivo la campagna di questa edizione ha come sottotitolo “I donatori sono un dono speciale”.

I dati dei primi mesi del 2017 indicano, infatti, un aumento di trapianti del 15% rispetto all’anno precedente che era già stato un anno record: nel 2016 sono state 3.694 le persone trapiantate che hanno potuto continuare a vivere grazie alla scelta solidale di un  donatore. Però non si può dimenticare che oltre 9.000 sono i pazienti ancora in lista di attesa.

A questo scopo da anni A.I.D.O. si impegna a diffondere con diverse modalità le informazioni corrette sui trapianti: attraverso la giusta comunicazione sui media, informando i cittadini attraverso la Giornata Nazionale di sensibilizzazione, con la proposta dell’Anthurium, mettendo a disposizione un numero verde, organizzando incontri nelle scuole per far conoscere ai ragazzi l’importanza della donazione come dovere morale e sociale di ogni cittadino. A.I.D.O. è impegnata affinché i cittadini maggiorenni italiani esercitino il diritto-dovere di manifestare la propria volontà, operando insieme con le Istituzioni civili nell’ambito sociale, sanitario e culturale affinché possano rispondere alle esigenze delle persone in attesa di trapianto.

Essere favorevoli alla donazione di organi e tessuti non è solo un gesto di solidarietà, ma anche una scelta giusta. Non dimentichiamo che ognuno di noi o un nostro caro potrebbe avere bisogno un giorno del trapianto. L’essere favorevoli alla donazione permette di aumentare gli organi disponibili e garantire in futuro, a chiunque ne avesse bisogno, la possibilità di ricevere un dono prezioso.

Gli altri appuntamenti saranno: a Santa Maria Capua Vetere, in Piazza Bovio; ad Aversa, Via Roma; a Teano, Piazza Marconi; a Piedimonte Matese, Piazza Carmine.

Fare sensibilizzazione oggi è più importante che mai, soprattutto alla luce dei dati registrati su GEDON (Sistema di Gestione Donazione di organi e tessuti) nella regione Campania alla data del 31 agosto 2017: su 115 segnalazioni di donazioni d’organo (ossia, di potenziali donatori), 73 donazioni sono effettivamente avvenute; sono state registrate 39 opposizioni, due non idonei e una mortalità per arresto cardiaco (un’evenienza nella quale la donazione degli organi non è più attuabile). Sono stati registrati trentasette trapianti di rene (più un trapianto doppio); otto trapianti di cuore e trentasette trapianti  di fegato (più tre split).

I numero delle donazioni sono in aumento: tuttavia il numero di opposizioni è ancora alto, e solo valorizzando “il dono” dei donatori possiamo pensare di ridurlo.