Ultime notizie
Home » Cultura » Libellule a Maddaloni. Ecco cosa può significare

Libellule a Maddaloni. Ecco cosa può significare

Vi siete mai chiesti come mai, con l’appropinquarsi del periodo estivo, comincia a vedersi l’inusuale insetto sfarfallare per le strade?

Se siete tra coloro che ogni tanto si fermano a chiedersi il perchè del fenomeno ma siete troppo pigri per indagare, quest’articolo potrebbe fare al caso vostro…

L’EQUILIBRIO E LA LIBERTÀ

La libellula appartiene alla famiglia degli odonati (dal greco “odontos”: dente) e il suo nome deriva dal latino “Libra” ossia bilancia. Il nome le è stato associato per via della sua caratteristica peculiare che è quella di volare in perfetto equilibrio grazie alle 4 alette che, proprio perchè sbattono indipendenti l’una dalle altre, riescono a cristallizzarne l’equilibrio nell’aria, ciò anche quando dovesse cambiare bruscamente direzione per sottrarsi ai predatori. Infatti, la libellula, per l’indipendenza delle singole ali, è in grado di compiere spettacolari acrobazie aeree senza alterare minimamente il suo equilibrio, cosa che non a caso le è valsa l’appellativo di “insetto acrobata”.

C’è chi sostiene che anziché da “Libra” il nome derivi da “Libellum”, diminutivo di “Liber” che significa appunto “libero” sostituendo, o affiancando se si preferisce, con l’ulteriore simbologia della libertà.

LA TRASFORMAZIONE E LA RICERCA DELLA VERITÀ

L’infanzia della libellula trascorre sul fondo degli stagni, dove si sviluppa come larva per poi abbandonare “il nido” dopo essersi evoluta nell’insetto che conosciamo. A tal proposito, la libellula viene considerata simbolo di trasformazione, di un mutamento in arrivo o in atto, esteriore ma anche interiore, aspetto questo di solito collegato alla sua capacità di vedere tutto: per la libellula, infatti, non vale la frase ipotetica “se avessi gli occhi dietro”, perchè ce li ha, dal momento che la sua vista si estende a 360° e non risente per nulla del buio. Queste ultime peculiarità l’hanno elevata a simbolo di introspezione, di superamento delle illusioni e delle apparenze, e di ricerca della verità

La radicalità della sua trasformazione, il suo volare costantemente in equilibrio e la sua vista “onnisciente” che non teme il sopraggiungere dell’oscurità ha fatto della libellula uno degli insetti maggiormente tatuati al mondo.

SIMBOLOGIA MULTIETNICA

Oltre ai due maggiori significati, ce ne sono altri che variano a seconda delle credenze della zona. Ne riportiamo alcune:

– per i nativi americani, la libellula rappresentava le anime dei morti, nonchè ciò che abbiamo già detto sopra;

-in Cina, la libellula è simbolo di fortuna e prosperità;

-i samurai dell’estremo oriente feudale la incidevano sugli elmi per auspicare la vittoria sul nemico considerando la libellula simbolo di coraggio e di forza;

– in Europa, l’insetto veniva accostato alle streghe inviate da Satana e in alcune leggende si ritrova appellato addirittura come “uncino del diavolo”;

-in Australia si riteneva che le libellule avessero il potere di risvegliare dalle illusioni ma anche quello di distribuire la pazzia pungendo i cavalli;

-in altri paesi, tra cui proprio l’Italia, le libellule non godono di buona fama poichè il corpo sottile è costato loro il soprannome di “ago del diavolo”.

LA LEGGENDA DEL DRAGO

Infine è doveroso citare un’antica leggenda che vuole l’odonato come involuzione di un drago molto saggio che volando di notte portava la luce grazie al suo respiro ardente da cui sarebbero scaturite l’arte magica e illusoria. La leggenda narra che il drago, per ingannare un coyote che aveva osato sfidarlo, assunse la forma di libellula dalla quale non riuscì più a uscire poichè proprio quella metamorfosi gli aveva fatto perdere tutti i poteri…

Alla luce delle informazioni, la presenza estiva della libellula nella città calatina cosa vorrà dire? Che deve cambiare? Che deve disilludersi? O qualcos’altro? L’interpretazione è libera e la lasciamo al lettore.


GUARDA, ASCOLTA .... SCRIVI !!!
Leggi e Commenta le nostre notizie e rimani aggiornato con un LIKE sulla nostra pagina FB

About Luigi Corsiero

Luigi Corsiero
Dottore in giurisprudenza presso l'Università della Campania Luigi Vanvitelli, attualmente frequenta un corso di alta formazione in balistica forense e tiro presso l'ente "FORMED". Aspira a diventare giornalista e scrittore di romanzi fantastici dai temi profondi, e, con un po' di fortuna, sceneggiatore. Il suo motto è: "Un bambino obbedisce, un adulto aderisce".

Check Also

Università, all’elezione del CUR emergono Uniamoci, Siamo Studenti e NOU

[Comunicato stampa] Cambia la geografia politica in Campania: emergono Uniamoci, Siamo Studenti e NOU Il …

| ZON | Salerno | Roma | Milano | Napoli | Benevento | Avellino | Caserta | Lecce | Foggia | Molise | Matera | Bari | Messina |