Piedimonte, cambiamenti in giunta comunale

Il sindaco Di Lorenzo annuncia la rimodulazione della giunta comunale e ne spiega i motivi. Atteso un nuovo assessore ai lavori pubblici e la riassegnazione di alcune deleghe

“Dopo aver condiviso con estremo dispiacere con l’amico Mimmo Santopadre la sua perdurante difficoltà ad assicurare una presenza costante (impossibile ad essere a Piedimonte giovedì e venerdì oltre il lavoro notturno) ed alla luce di altri fattori, ho provveduto pochi istanti fa a rimodulare ufficiosamente (e domani ufficialmente) la Giunta ed alcune deleghe. Il dr Santopadre – Anestesista del nostro presidio ospedaliero, anestesista consulente del policlinico Federico II di NAPOLI ci ha resi edotti che sarà impegnato anche ed ancora per qualche mese nei lavori conclusivi del prestigioso Master in Direzione Sanitaria della Federico II”. Sono le parole del sindaco di Piedimonte Matese, Luigi di Lorenzo, che ha diramato un comunicato stampa pochi minuti fa.

“Contestualmente – prosegue Di Lorenzo – il presidente del Consiglio Gianluigi Santillo è stato nominato consigliere Nazionale dell’ ANCI e proprio in questi giorni – di ritorno da un viaggio/incontro con il Sindaco di Betlemme, ci ha notificato la sua nomina a membro permanente della Commissione Nazionale Welfare e Politiche Sociali della stessa ANCI, ruoli comportanti complessivamente impegni che lo vedranno costantemente a Roma per almeno due/tre giorni a settimana. È infine ufficiale la candidatura dello stesso Santillo alle prossime Elezioni Provinciali quale unica espressione condivisa da tutti i 12 del nostro gruppo, nella lista del Consigliere Regionale On.dr. Piscitelli“.

“In considerazione di tutto ciò – conclude il sindaco – provvederò nelle prossime ore a nominare un nuovo Assessore ai lavori pubblici così come anticipato al gruppo e condiviso con il dr. Santopadre a cui va il nostro ringraziamento per l’eccellente lavoro fin qui svolto (coordinamento Casa Italia, progetti finanziamenti, ecc ecc) ed a cui abbiamo proposto di accettare un ruolo compatibile con i suoi attuali impegni ed allo stesso tempo altrettanto (se non più..) prestigioso. Tutto ciò quindi semplicemente in considerazione della complessità dei sopraggiunti impegni di entrambe e nel rispetto del ruolo prestigioso che il collega Santopadre merita e che – sempre nell’ambito del nuovo riassetto del gruppo e per statuto comunale – è necessario che venga posso in essere. Saranno infine riassegnate alcune deleghe, al mero fine di ottimizzare il lavoro e costituire gruppi omogenei di lavoro. L’impegno è rinnovato e costante. A presto per la prima conferenza stampa per i primi 100 giorni”.