S. Maria a Vico, si “PAREA” con P.I.P.P.E.

Il collettivo teatrale sarà presente alla “Settimana della Cultura”, pronto a conquistare il pubblico sammaritano con “PAREA”, uno spettacolo singolare…

Torneranno in piazza sabato 17 settembre, a Santa Maria a Vico, i “funambolici giovani attori” che sono stati protagonisti di vari spettacoli negli ultimi mesi. Stiamo parlando di Matteo, Alfonso, Nuntia, Katia, Elvira e Alessandro. Per essere più concisi: P.I.P.P.E., che non è una brutta parola, ma l’acronimo di Progetto Indipendente Promozione Potenzialità Espressive. E giacché questi ragazzi amano giocare con le sigle, ecco PAREA. Ovvero, “Potremmo Anche REcitarvi Addosso”, un titolo ad effetto – o una dichiarazione d’intenti, staremo a vedere – scelto per l’occasione.

Sarà uno spettacolo inusuale, infatti, questo che è stato inserito nella “Settimana della Cultura”, la rassegna organizzata dall’Amministrazione Comunale sammaritana. Perché il collettivo P.I.P.P.E., non nuovo a serate in piazza anche durante le manifestazioni estive di “Viviamo Cancello”, si cimenterà in qualcosa di completamente nuovo: un esperimento di teatro verticale, nella splendida cornice di Piazza Aragona.

Un’esperienza nuova, una sfida non facile. A dirlo sono proprio loro, che, tra una prova e l’altra, ci hanno raccontato le sensazioni a pochi giorni dall’evento: “ci sono tante aspettative, tanti occhi addosso (ridono, ndr) per questo spettacolo che è stato molto diffuso, anche oltre i confini comunali. È la prima volta che ci esibiamo a Santa Maria a Vico, e lo facciamo con quest’esperimento di teatro verticale”.
Ma che cos’è, esattamente, il teatro verticale?
“Non si può spiegare, è qualcosa di esplicito, anche se c’è chi pensa che noi verremo proiettati su uno schermo, senza recitare. E invece no. Noi recitiamo. Recitiamo sui balconi!”
Sì, perché per la prima volta saranno i balconi “di un palazzo esistente ed abitato”, il luogo della rappresentazione. Un palcoscenico inedito  e curioso per il pubblico che, seduto proprio di fronte alla facciata del palazzo, assisterà a un susseguirsi di scene, sviluppate su postazioni diverse.

L’appuntamento con la risata, dunque, è servito. Agli appassionati di Santa Maria a Vico e dintorni non resta che attendere “PAREA”. Con l’avvertenza che “potrebbero anche recitarvi addosso”.

PAREA