Ultime notizie
Home » Politica » San Nicola la Strada: mal di pancia in giunta Marotta

San Nicola la Strada: mal di pancia in giunta Marotta

San Nicola la Strada: le battute finali di quest’estate dicono male all’attuale amministrazione. Le polemiche sulle dimissioni dell’assessore Tramontano.

A poco più d’una settimana dalla defezione tra le fila di “Movimento Strada Nuova”,  da parte del Consigliere Raffaele Della Peruta, dichiaratosi autonomo il 30 agosto scorso, cade un allontanamento ancor più greve. Si tratta, dell’Assessore con delega alle Politiche territoriali, viabilità, innovazioni tecnologiche e contenzioso di San Nicola la Strada, Valeria Tramontano.

LA STORIA PREGRESSA

L’ex Assessore, dopo aver svolto la mansione di vice coordinatrice cittadina dei Giovani del PDL e di addetto stampa del medesimo partito, si candidò alle elezioni comunali del 2015, nelle fila dell’NCD. Queste,le valsero 134 consensi personali. Fu terza, nella sua lista per numero di consensi, dopo Sortino e Terracciano.

La sua nomina ad Assessore, per il fatto d’esser nipote dell’ex Sindaco Delli Paoli, suscitò vibranti polemiche. Gli oltre due anni di Assessorato nella giunta Marotta si sono conclusi con un velenoso epilogo lo scorso venerdì 8 settembre, con una missiva recapitata dalla Dottoressa Tramontano al primo cittadino Vito Marotta.

LA CHIOSA EPISTOLARE

Nel rassegnare le dimissioni, la Dottoressa Tramontano affida al mezzo epistolare un messaggio d’inequivocabile disappunto. Le veementi polemiche, in esso contenuto, investono l’intera maggioranza.

Anzitutto, sott’accusa è messo il suo stessso partito (l’NCD), che “non è rappresentativo di nulla”. L’invettiva, prosegue, poi travolgendo l’intera classe dirigente comunale, definita”in rissa continua, è avviata su questioni più personali, che politiche. Le accuse, si concludono, denunciando, un’azione amministrativa  “frenata , bloccata” e, dunque, definita lontana da una città che aspetta risposte.

La lettera è ultimata con  una breve proiezione nel futuro prossimo. “Voglio, per quanto possibile, impiegare il mio tempo per immaginare una vicenda nuova, in cui il protagonismo di gente laboriosa sia al centro di tutto“, recita tra le battute finali la lettera. Certo non nel futuro prossimo, dunque, ma magari in quello remoto perché stando a quanto si legge implicitamente in quest’ultimo stralcio, non sarebbe da escludere un’eventuale ridiscesa in campo dell’ex Assessore.

Ad oggi, però, l’attuale amministrazione deve far fronte a questa nuova gatta da pelare, che è sintomo d’una maggioranza agitata da tumulti interni,  periodicamente affioranti  in superficie con clamorosi exploit.


GUARDA, ASCOLTA .... SCRIVI !!!
Leggi e Commenta le nostre notizie e rimani aggiornato con un LIKE sulla nostra pagina FB

About Davide Fusco

Check Also

Croce Rossa Maddaloni, al via il nuovo corso base

Il corso teorico-pratico, composto da sette lezione, ha per argomenti gli obiettivi della strategia adottata …

| ZON | Salerno | Roma | Milano | Napoli | Benevento | Avellino | Caserta | Lecce | Foggia | Molise | Matera | Bari | Messina |