“Stati Generali del Welfare”: Marino coordina un tavolo di lavoro alla Stazione Marittima di Napoli

“Stati Generali del Welfare”: il sindaco Marino coordina un tavolo di lavoro alla Stazione Marittima di Napoli. “Domani avanzerò la proposta di una nuova governance delle politiche sociali sul territorio”.

Il Comune di Caserta protagonista degli “Stati Generali del Welfare”, manifestazione promossa dalla Regione Campania, in corso di svolgimento (si concluderà domani) presso il Centro Congressi della Stazione Marittima di Napoli e che vede l’organizzazione di numerosi tavoli di lavoro ai quali prendono parte i rappresentanti delle istituzioni e delle più importanti organizzazioni del Terzo Settore che operano sul territorio. Uno di questi momenti di riflessione e approfondimento sulle tematiche delle politiche sociali, quello sulla nuova governance, ha visto il sindaco di Caserta, Carlo Marino, come coordinatore, in un dibattito estremamente partecipato e interessante, che ha fatto registrare la presenza di oltre 100 operatori accreditati. Marino è stato l’unico sindaco campano a coordinare uno dei dodici momenti di confronto in programma.

Ben dodici sono stati i tavoli tematici organizzati dalla Regione, che hanno toccato tutti gli argomenti più importanti di questa fondamentale materia: la nuova governance; economia sociale e sviluppo locale; fragilità, politiche attive del lavoro e inclusione sociale; la comunicazione del sociale; politiche per il ben-essere; minori, responsabilità familiari ed educative; infanzia e servizi dell’istruzione; politiche di integrazione ed accoglienza; risorse per il welfare; promuovere la comunità e la sostenibilità ambientale; innovazione sociale; rilevazione dei bisogni e monitoraggio. Alla manifestazione ha partecipato anche il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca.

Obiettivo della Regione, che ha dato vita a questa due giorni di riflessione e di confronto, è quello di rendere il territorio una sorta di laboratorio per riscrivere una nuova stagione del welfare, alla luce dei profondi mutamenti in atto in una società segnata da una situazione di crisi economica che fa sentire particolarmente i suoi effetti, unitamente a delle politiche migratorie e di accoglienza che impongono nuove sfide in termini di solidarietà e di integrazione.

“La protezione sociale e i sistemi per garantire assistenza ai più deboli – ha spiegato il sindaco di Caserta, Carlo Marino – sono delle priorità per la nostra Amministrazione, che sin dal primo giorno ha orientato la propria azione a sostegno dei più deboli. L’appuntamento di oggi a Napoli rappresenta un momento di confronto prezioso e concreto in quanto consente ad amministratori locali e associazioni un’utilissima occasione di scambio di buone pratiche, mettendo a punto quelle strategie necessarie a garantire un sostegno nei confronti di chi ha più bisogno sulla base dei mutati scenari sociali. Sappiamo tutti – ha proseguito il sindaco – che la nostra è una terra dalle grandi potenzialità ma anche dai tanti problemi. Tali criticità vanno affrontate sulla base di modelli di welfare innovativi, che siano in grado di abbinare l’aiuto per i più deboli con la sostenibilità della spesa pubblica. Una società che voglia definirsi civile e all’avanguardia non deve lasciare indietro nessuno, mettendo al primo posto le esigenze di chi è in difficoltà. Domani – ha concluso Marino – presenterò la proposta di una nuova governance delle politiche sociali sul territorio”.