Caserta,Villetta di Via Avellino: appello all’amministrazione per la riapertura.

Villetta di Via Avellino: il Comitato “Città Viva” fa appello all’amministrazione per la riapertura

La Villetta di Via Avellino (traversa di Via Acquaviva) ha funto, fino al 2011, da sede aggregativa e da indiscusso punto di riferimento per uno svago immerso nel verde. Ciò, fino a quando, sempre nel 2011, un cittadino, residente nei pressi della villa, ritenendola foriera di disturbo della quiete pubblica, mosse causa al comune di Caserta. Il Giudice preposto alla causa, condannava il Comune al pagamento d’un risarcimento danni al cittadino, ed emanava un’ordinanza che lo obbligava a installare un servizio di custodia permanente per scongiurare il ripetersi degli spiacevoli episodi, causanti la causa. In seguito a tale ordinanza, il Comune dichiarava d’esser impossibilitato a garantire tale servizio, e, nel 2012, chiudeva la villa. Tra il 2013 e il 2015, il cittadino che aveva fatto causa al Comune, non si sa a che titolo titolare delle chiavi della villa, sporadicamente, la apriva al pubblico. L’assessore Pontillo e il dirigente al patrimonio Marcello Iovino, (attuale amministrazione), hanno, più volte, manifestato, a mezzo stampa, l’intenzione di voler modificare la destinazione d’uso della Villa, abbattendone le recinzioni per trasformarla in piazzetta aperta, in modo tale da aggirare l’ordinanza, che obbliga il Comune all’apertura con custodia.

La Villa e il Comitato.
Negli anni precedenti la chiusura, il Comitato ha tenuto in villa iniziative come mostre fotografiche, assemblee pubbliche e giochi organizzati per bambini. L’associazione casertana, offrendo la possibilità di garantire la custodia permanente del plesso, ha più volte sollecitato l’amministrazione alla sua riapertura. A tal scopo, lo scorso 18 febbraio, l’associazione ha raccolto duecento firme di cittadini, richiedenti la riapertura, cinquanta dei quali si sono anche detti, disposti a garantirne la custodia permanente, ma, ad oggi, a tali dichiarazioni non hanno fatto seguito i fatti.