A Capua la quinta edizione del festival dedicato al Placito Capuano

Tutti almeno una volta nella carriera scolastica hanno imparato la nota formula “sao ko kelle terre, per kelle fini que ki contene, trenta anni le possette parte Sancti Benedicti”

 

Ebbene, la celebre frase risalente al 960 d.C. altro non è che una formula giuridica: un contadino chiamato a testimoniare durante un caso giudiziario di appropriazione indebita di terre, riferisce attraverso una formula comune la sua conoscenza circa i fatti.

I fatti sono riferiti in volgare (dal latino vulgus, popolo) e trascritti sul documento che prende il nome di placito.

Il Placito Capuano non è però l’unica testimonianza infatti fa parte di un trittico che comprende anche il Placito di Sessa Aurunca e il Placito di Teano.

Ogni anno i volontari del Touring Club celebrano la rievocazione del Placito Capuano presso il monumento voluto dall’Accademia della Crusca.

Qui di seguito il programma dell’evento

Sabato 1° giugno 2019


Piazza S. Tommaso d’Aquino:- dalle 9.00 alle 13.00
• Accoglienza nella Corte Medievale con scene, musiche, danze, personaggi in costume d’epoca e lavori artistici a cur
a dell’I.C. “Pier delle Vigne”
• Mostra del Progetto PON Tutela del patrimonio artistico e paesaggistico: “Capua tra storia e memoria” a cura dell’I. C.“Pier delle Vigne”
• Mostra dei lavori presentati al Concorso Scolastico “Rappresenta Il Placito”


Piazzetta del Placito:- Ore 9.30
Inaugurazione delle manifestazioni del Placito Capuano con i saluti del console del Touring Annamaria Troili e dell
e autorità. Inno d’Italia: Banda musicale “P. delle Vigne”

Chiesa di S. Salvatore a Corte:

– Ore 10.00 La principessa longobarda Adelgrima apre con un proclama le porte della “sua” Chiesa. A seguire la giornalista e scrittrice Nadia Verdile premia i vincitori della terza edizione del Concorso scolastico provinciale “Rappresenta il Placito Capuano”. Accoglienza dell’Itet “Federico II”
# Chiesa – Auditorium di Gesù Gonfalone- Ore 11.00

Concerto a cura dell’Orchestra “Giuseppe Martucci” del Liceo Musicale “Luigi Garofano”: Omaggio al Placito con musiche jazz, pop, swing e moderne

Centro Storico
– Ore 11.00 Corteo storico degli studenti dell’I. C. “P. delle Vigne”e Liceo “S. Pizzi” lungo via Duomo, Piazza dei Giudici(esibizione degli Sbandieratori del “S. Pizzi”), via E. Fieramosca, Piazza S. Tommaso d’Aquino
# Piazza S. Tommaso d’Aquino
– Ore 12.00 Teatralizzazione della Causa del PLACITO CAPUANO” che diede origine al primo scritto in volgare italiano a cura della Compagnia Teatrale “La Mansarda. Teatro dell’Orco”. Nel marzo del 960 venne discussa all’aperto nell’area palaziale davanti alla Corte alla presenza del Principe di Capua Landolfo II, dei suoi due figli e della principessa Adelgrima, del Giudice Arechisi, dell’Abate di Montecassino Aligerno, dei Testimoni e dei Notai e di Rodelgrimo proprietario di Aquino. A chiusura il corteo con gli sbandieratori accompagna la principessa Adelgrima nel Duomo dove ritornerà nella sua tomba. Il corteo si scioglie nel quadriportico della Cattedrale.

– Dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16,00 alle 19,00:
le tre Chiese a Corte, San Salvatore San Giovanni e San Michele con la Mostra, sono Aperte per Voi dai Volontari del Touring.
– Dalle 17.00 alle 19.00: apertura della Reale Sala d’Armi borbonica

Chiesa di S. Michele a Corte:- dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 19.00
Mostra d’arte di disegni medievali SAO KO KELLE TERRE del Maestro Enzo Marino in armonia alle ore 17.00 con Simona De Luca piano e Rosario Laino violino
a cura di Capua luogo della Lingua Festival XIV Edizione
Quadriportico della Cattedrale:- dalle 20.30
Il Premio del Placito Capuano 2019 a Saverio Costanzo, regista de “L’Amica geniale”, serie TV tratta dal best seller di Elena Ferrante, con ospiti scrittori, attori e giornalisti

 


Domenica 2 giugno 2019

Chiesa di S. Salvatore a Corte: – dalle 9.30 alle 13.30
Banchi didattici di scrittura beneventana (quella del Placito Capuano) a cura dell’Associazione Langobardorum di BN,sulla medicina longobarda a cura dell’Archiatra Sibilia di SA e manufatti artistici sul tema della Lingua a cura ACPH.
I Volontari TCI coi Rievocatori in costume (Associazione “Gens Langobardorum” di Salerno) accompagnano i Visitatori:
> Ore 10.00 Itinerario A:
• Chiese a Corte ApV TCI S. Giovanni e S. Michele con Mostra di Enzo Marino
• Museo Provinciale Campano (apertura straordinaria) con visite guidate alle Sale dalla Mommsen alla Matres Matutae e alla Federiciana. In Biblioteca esposizione rare pergamene longobarde
• Capua longobarda: chiese SS. Rufo e S. Marcello e S. Angelo Audoaldis (esterni)
• Reale Sala d’Armi borbonica
> Ore 10.30 Itinerario B:
• Chiese a corte ApV TCI S. Giovanni e S. Michele con Mostra di Enzo Marino
• Palazzo Arcivescovile – Museo Diocesano sezione Episcopio con Mostra Tesoro medievale (Exultet, Evangelario di Alfano, pergamene, reliquiari)
• Cattedrale col Campanile
• Palazzo Fieramosca con Mostra Angelo Maisto
• Chiesa della Carità con Mostra di Mario Giacobone
• Reale Sala d’Armi borbonica
# Chiesa di S. Michele a Corte:- dalle 10.00 alle 13.30 e dalle 16.00 alle 19.30
– Ore 10.00/12.00 Inaugurazione della Mostra d’Arte di disegni medievali SAO KO KELLE TERRE del Maestro Enzo Marino, pittore scultore scrittore “che vive la vita artistica internazionale” in armonia con Duca Stefano Tommaso flautotraverso, Simona De Luca piano, Rosario Laino violino, MarLyP trio (Lorenzo De Martino, chitarra, Marianna Testa voce e Pietro Riccardi sax)

Chiesa di S. Salvatore a Corte:- dalle 16.00 alle 19.30

Riaprono i banchi didattici della mattina.
Visita alla Capua Longobarda e non solo accompagnati dai Volontari ApV e dalle Guide dell’Info Capua Sacra (nel Duomo): Chiese a Corte ApV S. Salvatore, S. Giovanni e S. Michele con Mostra, la Cattedrale col Campanile e il Museo Diocesano con Mostra d’Arte Sacra, Palazzo Fieramosca e Chiesa della Carità con Mostre.
A seguire per Capua, il luogo della Lingua Festival XIV EdizioneCAPUA, Palazzo Fieramosca: dalle 19.00 nel cortile della casa natale di Ettore Fieramosca (sec. XIII) Ospiti (scrittori, giornalisti e attori) per il Finale del Festival.

 

Tutte le iniziative sono gratuite tranne l’ingresso e la visita guidata al Museo Provinciale Campano.