A Caserta il torneo internazionale di scherma “Eduardo Mangiarotti”, seconda prova nazionale del Gran Prix



Oltre milleduecento giovani schermidori  nel prossimo fine settimana, a Caserta per il torneo internazionale “Eduardo Mangiarotti”

Saranno oltre milleduecento i giovani schermidori provenienti da tutta Italia, che nel prossimo fine settimana, 5, 6 e 7 aprile, giungeranno a Caserta per gareggiare nel torneo internazionale “Eduardo Mangiarotti”, seconda prova nazionale del Gran Prix “Kinder + Sport” under 14 di spada maschile e femminile.

Dalla serata di mercoledì sera e per tutta la giornata di giovedì si provvederà a montare le oltre trentacinque pedane negli gli ampi spazi del Golden Tulip di Caserta, l’hotel che accoglierà i partecipanti e che da venerdì si trasformerà in un immenso impianto per ospitare le gare durante le quale si confronteranno gli schermidori under 14 italiani per la seconda prova del Gran Prix “Kinder +Sport” organizzato dalla Federscherma ed a Caserta ad iniziativa della Società Schermistica Pietro Giannone presieduta da Giustino De Sire.
La manifestazione, diventata ormai una consuetudine a Caserta come la coppa Europa di spada femminile, si svolge con il patrocinio del Comune di Caserta, del CONI di Caserta con il delegato provinciale Michele De Simone, del Panathlon presieduto dall’on. Paolo Santulli e con il supporto di Confindustria, della Coldiretti, della Unipol SAI, del Parco Regionale del Matese e con la collaborazione dell’ Associazione Gianluca Sgueglia.
Milleduecento giovani atleti in gara per tre giorni di competizioni, ognuno degli schermidori sarà accompagnato dai genitori e dell’allenatore, è facile calcolare la ricaduta economica dell’evento sportivo sulla città.

Per tante famiglie il fine settimana sarà l’occasione per visitare la reggia vanvitelliana e per lasciare Terra di Lavoro con un pacco di mozzarella, magari da far assaggiare ai parenti rimasti a casa.

“Ormai il trofeo under 14 per Caserta è un appuntamento fisso per il mondo giovanile della scherma– dice il consigliere federale Luigi Campofreda – i numeri confortano i nostri sforzi organizzativi, ogni anno sono sempre di più i partecipanti. Ormai si è creata una sinergia con le realtà positive di Caserta, che aspettano con piacere l’opportunità di partecipare ad un evento di altissima qualità organizzativa e tecnica”.
“Come per gli anni scorsi – aggiunge il presidente della società “Giannone” Giustino De Sire, al lavoro da mesi per il trofeo con la componente della Commissione Propaganda Fis Monica Di Giacomantonio – ai maestri dei vincitori delle otto categorie in gara: bambine e maschietti, giovanissimi, giovanissime, ragazzi, ragazze, allieve ed allievi, dai 10 ai 13 anni, sarà consegnato il premio intitolato alla memoria del maestro “Clemente Rossacco” indimenticato tecnico che ha formato tanti atleti sulle pedane della Giannone”.

Leggi anche