Autunno in vista, gli eventi a Valle di Maddaloni

Ciro Schiavone fotografia

A Valle di Maddaloni, la Pro Loco presenta la rassegna “Eventi di fine estate”. Aspettando la consueta festa della mela annurca, ad ottobre…

Settembre sta entrando ormai nel vivo, portando con sé gli ultimi giorni della stagione estiva. Non è un caso, quindi, che si chiami proprio “Eventi di fine estate” il palinsesto promosso dalla Pro Loco di Valle per animare il paese nelle settimane che scandiscono l’attesa della festa della mela, giunta alla XXV edizione: un cartellone vario, volto a soddisfare le diverse esigenze di intrattenimento, in collaborazione con tante sigle che apporteranno il loro contributo.

L’anfiteatro, i Ponti,  il borgo

La rassegna tocca i principali luoghi d’interesse di Valle di Maddaloni: dal saggio di danza classica e moderna a cura della scuola “Renzi’s Dance”, tenutosi il 10 settembre presso l’anfiteatro “Luigi Vanvitelli”, alla quinta edizione della serata al borgo, il prossimo 24 settembre: un appuntamento enogastronomico che coinvolge gli abitanti del borgo,  pronti a preparare, per l’occasione, i piatti tipici della tradizione contadina.
Nel mezzo, ovviamente, i Ponti della Valle, che prima saranno al centro della giornata ecologica “PuliAmo i Ponti” (16 settembre, ore 9), e poi saranno il luogo di esperienze straordinarie nel weekend delle giornate del patrimonio europeo (23-24 settembre). Il sabato sera, infatti, appuntamento con uno spettacolo stellare: dalle 19:30 alle 23:30 si svolgerà la serata di osservazione astronomica, a cura dell’Ufficio Parco e Acquedotto Carolino, con la collaborazione di UMAC (Unione Maddalonese Amici del Cielo) e della citata Pro Loco di Valle.
Domenica 24, invece, alle 9:30, la visita guidata all’Acquedotto Carolino che vedrà, tra gli altri, la collaborazione del Rotaract Club Maddaloni – Valle di Suessola.

La festa della mela annurca

Tutto questo, nell’attesa dell’appuntamento più celebre di Valle di Maddaloni: la festa della mela annurca si ripropone quest’anno per la venticinquesima volta, il 13-14-15 ottobre. Una tre giorni di enogastronomia, storia e spettacolo per la quale accorreranno turisti dall’intera regione. Protagonista indiscussa della kermesse, manco a dirlo, la mela annurca, che sarà preparata sapientemente dalle massaie vallesi nelle svariate pietanze che la tradizione offre. L’evento sarà ovviamente approfondito in lungo e in largo nelle prossime settimane con la nostra rubrica “sagre in ZONa”.