Muore suicida carabiniere casertano con un colpo alla testa

È accaduto alcune ore fa: un carabiniere in servizio si è tolto la vita con un colpo alla testa. Immediati, ma inutili, i soccorsi

AGGIORNAMENTO ORE 17:00 – Non ce l’ha fatta il 45enne maresciallo, originario di Curti, che questa mattina si è esploso un colpo di pistola alla tempia. Inutili i soccorsi in ospedale, la sua situazione era apparsa molto grave fin dal triste episodio.

Il primo lancio

Grande paura al Tribunale di Napoli stamattina, dove un Carabiniere del Reparto Servizi Magistratura del Tribunale di Napoli ha provato a togliersi la vita. Salito al ventinovesimo piano della Torre A del Palazzo di Giustizia, ha puntato la sua pistola di ordinanza alla tempia e ha fatto fuoco.

Il militare, un maresciallo 45enne di Caserta, ha riportato una grave ferita alla testa e, accorsi i suoi colleghi, chiamati i soccorsi, è stato trasportato con urgenza con una eliambulanza all’ospedale Cardarelli, dove si trova al momento.

Non si conoscono le motivazioni che hanno portato il carabiniere a compiere questo gesto estremo, si ipotizza che siano da ricercarsi in vicende private.