CASTEL VOLTURNO- Condizioni di vita difficili, 44enne nigeriana si suicida con insetticida

Donna nigeriana si toglie la vita a Castel Volturno, ingerendo una grossa quantità di insetticida, con lei al momento del drammatico gesto il marito

Una donna nigeriana in preda alla disperazione, si è tolta la vita ingerendo una grossa quantità d’insetticida, nei pressi di Castel Volturno. La vittima, Isoken, viveva da circa vent’anni nella città domizia.

Aveva 44 anni e una vita tutt’alto che facile. Viveva purtroppo in un territorio che offre pochissime opportunità ma tanti sacrifici.

La donna si è avvelenata in casa sua, a Villaggio Agricolo. Con lei al momento del gesto drammatico il marito. È stato l’uomo ad allertare i soccorsi. Poco dopo la moglie è stata condotta al vicino pronto soccorso di Pineta Grande, già in condizioni disperate. Tuttavia non c’erano posti disponibili.

Da qui una corsa disperata in ambulanza all’ospedale di Piedimonte Matese, ma non c’è stato più nulla da fare.

I carabinieri della Compagnia di Mondragone stanno indagando sulla tragedia e il Gip ha richiesto l’autopsia.