Contrabbando sigarette, l’operazione della Finanza

GUARDIA DI FINANZA CASERTA: INTERCETTATO UN CARICO CON OLTRE 3 TONNELLATE DI SIGARETTE DI CONTRABBANDO – ARRESTATO L’AUTISTA E SEQUESTRATO IL MEZZO UTILIZZATO PER IL TRAFFICO ILLECITO.

Ieri mattina una pattuglia della Compagnia di Aversa ha fermato un camion telonato che trasportava oltre 3 tonnellate di sigarette di contrabbando, sequestrando l’intero carico ed arrestando l’autista, un trentunenne napoletano.
Nel quadro del costante rafforzamento delle attività di prevenzione generale e di controllo del territorio esercitate dalla Guardia di Finanza per il contrasto dei traffici illeciti, con particolare riguardo alla recrudescenza del fenomeno del contrabbando di t.l.e., il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Caserta ha disposto dei servizi di osservazione lungo le principali direttrici stradali che collegano la provincia di Caserta e di Napoli.
In tale contesto, i militari appartenenti alla Compagnia di Aversa hanno notato un veicolo commerciale che, alla vista dei militari, compiva una manovra repentina e pericolosa per poi fermarsi nelle immediate vicinanze di una stazione di servizio, occultato dietro un TIR già in sosta.
I militari decidevano quindi di controllare il mezzo e accertavano che viaggiava privo di qualsivoglia documentazione fiscale e commerciale attestante il tragitto e il destinatario del carico.
All’apertura del vano di carico si constatava quindi la presenza di scatole di cartone raccolte con film da imballaggio nero su varie pedane che occupavano l’intero pianale. La rimozione della pellicola protettiva consentiva di rinvenire sigarette di contrabbando confezionate in imballaggi in cartone anonimi, probabilmente al fine di eludere controlli più invasivi.
Al termine delle operazioni di scarico sono state rinvenute e sequestrate 3,2 tonnellate di sigarette di contrabbando, pari a 16.000 “stecche” delle marche “Regina” e “Chesterfield”.
In questo caso si è trattato dunque di un carico “misto”, composto sia da sigarette di prima qualità che di cc.dd. “cheap white”, ossia sigarette regolarmente registrate nei rispettivi paesi di produzione, ma che non sono – e non potrebbero – essere commercializzate in Italia o all’interno dell’Unione Europea, in quanto non conformi ai parametri minimi di sicurezza previsti dalla normativa comunitaria, ma che sul mercato illecito partenopeo trovano grande domanda per il prezzo più economico.
Al termine dell’operazione l’autista del mezzo, residente in Napoli e pluripregiudicato, è stato tratto in arresto, mentre i tabacchi di contrabbando, unitamente al veicolo, sono stati sottoposti a sequestro.
L’attività testimonia il costante impegno esercitato dalla Guardia di Finanza di Caserta a tutela della sicurezza economico-finanziaria dei cittadini ed a contrasto di un fenomeno connotato da forte pericolosità sociale e che alimenta le casse della criminalità organizzata.