Cura- legalità- uscita dal ghetto, oggi il primo esame del protocollo

Il protocollo era stato sottoscritto il 27 Maggio dai Ministri dell’Interno, delle Politiche agricole alimentari e forestali e del Lavoro e delle Politiche Sociali

Cura- legalità- uscita dal ghetto” è un protocollo contro il caporalato e lo sfruttamento lavorativo in agricoltura firmato lo scorso 27 Maggio a Roma con l’intesa di sei regioni: Basilicata, Calabria, Puglia, Campania, Piemonte e Sicilia. Inoltre l’intesa è stata sottoscritta anche dall’Ispettorato Nazionale del Lavoro, dalle organizzazioni sindacali CGIL, CISL, UIL e da varie associazioni del mondo agricolo ed assistenziale.prefetto-di-Caserta-Arturo-De-Felice

Oggi c’è stato il primo esame del protocollo, per il quale il Prefetto di Caserta Arturo De Felice ha incontrato l’Assessore al lavoro, demanio e patrimonio e risorse umane della Regione Campania, Sonia Palmeri.

L’obiettivo prioritario del protocollo è quello di rafforzare gli interventi che tutelano i lavoratori stranieri stagionali, reprimendo fenomeni di illegalità nell’intermediazione della manodopera, in particolare l’attenzione è rivolta verso alcuni territori di provincia, tra cui in Campania, la provincia di Caserta. Il protocollo prevede anche alcune attività finanziabili attraverso i contributi pubblici a valere sul PON legalità e sul FAMI (Fondo Asilo Migrazione e Integrazione).

E’ inoltre prevista l’istituzione di un tavolo permanente di coordinamento, che sarà presieduto dal Prefetto De Felice. La prima riunione avrà luogo Giovedi 16 Giugno alle 10:30 presso il palazzo del Governo di Caserta.