“Dostoevskij matematico” al “Quercia”

Il giorno 5 aprile presso il Liceo “Federico Quercia” si svolgerà un seminario dedicato a “Dostoevskij matematico”

Il 5 aprile 2016, alle ore 11:00, presso il Liceo “F. Quercia” di Marcianise, si svolgerà un seminario di studi, intitolato “Dostoevskij matematico“.

"Dostoevskij matematico" al "Quercia"Parteciperanno le classi quinte del Liceo Classico e del Liceo Scientifico opzione Scienze Applicate. Relatore del seminario sarà il professore Carlo Toffalori, docente di Logica Matematica all’Università di Camerino e presidente dell’ Associazione italiana di Logica e sue applicazioni. Autori di testi universitari di Algebra e Logica, si è occupato a lungo di divulgazione scientifica, pubblicando “Il matematico in giallo“, “L’aritmetica di Cupido“, “Algoritmi“.

Introduce l’evento del 5 Aprile il dirigente scolastico del “Quercia“, Diamante Marotta.

Il seminario, organizzato dalla professoressa Anna Zarrillo, intende proporre a studenti e docenti un’attenta analisi del ruolo della matematica nelle opere del grande scrittore russo, autore di capolavori quali “Memorie dal sottosuolo“, “Delitto e castigo“, “I fratelli Karamazon“.

Dostoevskij è considerato, insieme a Tolstoj, uno dei più grandi romanzieri e pensatori russi di tutti i tempi ed è stato, inoltre, anche filosofo.

th (9)Memorie dal sottosuolo” di Dostoevskij, pubblicato nel 1864, è un romanzo diviso in due parti; nella prima lo scrittore russo evidenzia, alla berlina, gli ideali ottimistici del positivismo, sostenendo che questi non potranno mai condurre l’uomo alla tanta agognata società del benessere. La seconda parte, invece, è un racconto in prima persona, in cui l’autore narra le sordide azioni che ha compiuto nella sua vita, a dimostrazione di come anche una persona “istruita” come lui, possa essere in realtà abietta.

Delitto e castigo” invece esprime i punti di vista religiosi ed esistenzialisti, con una focalizzazione particolare sul tema del conseguimento della salvezza attraverso la sofferenza.

I fratelli Karamazon” fu pubblicato a puntate sul “Messaggero russo“. La trama del romanzo si sviluppa attorno alle vicende dei membri della famiglia Karamazov, al contesto in cui matura l’assassinio di Fëdor, il capofamiglia e al conseguente processo nei confronti di Dmitrij, il figlio primogenito accusato di patricidio.