“Due anni di governo regionale”: il resoconto di Bosco dell’incontro con De Luca

Il consigliere Bosco: «Mai fatto tanto per la provincia di Caserta». Ricordato con un applauso il sindaco di Cellole, Barretta, scomparso una settimana fa.

«Nella storia della Regione Campania mai nessuno ha fatto tanto per la provincia di Caserta, come sta facendo l’amministrazione diretta dal governatore De Luca». Con queste parole è iniziato l’intervento del consigliere regionale Luigi Bosco, nel corso dell’iniziativa dal titolo “Due anni di governo regionale: bilancio e prospettive”, organizzato dal gruppo “Campania libera” all’Hotel Ramada di Napoli, alla presenza di De Luca e del vicepresidente del consiglio Tommaso Casillo. Il primo pensiero di Bosco è andato al sindaco di Cellole e consigliere provinciale proprio di “Campania libera” Angelo Barretta, prematuramente scomparso appena una settimana fa. «Angeloha affermato il vicepresidente della commissione alle Attività produttiverispecchiava in pieno lo spirito del nostro movimento. Abbiamo perso un grandissimo amministratore».

Passando al tema dell’incontro, Bosco ha dichiarato: «L’attività realizzata dall’amministrazione De Luca in questi due anni è straordinaria. Solo nel casertano è stato siglato il protocollo d’intesa per la riqualificazione del litorale domizio, si sta lavorando in maniera costante per il rilancio definitivo dell’Interporto Marcianise-Maddaloni, oltre ad aver incluso la nostra provincia nelle cosiddetta aree di crisi complesse. Per non parlare delle politiche attive, che stanno dando tante possibilità anche a coloro che vivono il dramma di aver perso il posto di lavoro a 50 anni. Inoltre, la spinta che è stata data alla legge sul turismo, con la realizzazione dei Ptl, è determinante per il futuro di un settore fondamentale per l’economica della nostra Campania. Insomma, stiamo facendo rivivere una Regione che ormai era come un corpo politraumatizzato. Ovviamente, le cose da fare sono ancora tante, ma la strada intrapresa è quella giusta. Voglio ringraziare – ha concluso il consigliere Bosco – i 224 amministratori che alle elezioni provinciali di Caserta hanno votato per “Campania libera”, facendolo diventare il primo partito del centrosinistra in termini assoluti».