I Cristi svelati di S.Antonio e S.Alfonso a Tarsia

 

I Cristi svelati di S.Antonio e S.Alfonso a Tarsia. Dal 12 al 26 maggio 2019, in occasione del Maggio dei Monumenti, una occasione di rilancio artistico oltre che di accoglienza. I dettagli.

“I Cristi svelati di S.Antonio e S.Alfonso a Tarsia”, è questa la la sigla con cui si vuol dar voce alla straordinaria esperienza di accoglienza che da più di un anno ha luogo in questo edificio. Scrigno di ricchezze chiuso per lungo tempo al pubblico, questo edificio ha riaperto infatti le sue porte per offrire riparo ai senza fissa dimora e nel solco tracciato da S.Alfonso de’ Liguori, che in questa chiesa sovente si raccoglieva in preghiera, trovano piena realizzazione i principi di accoglienza e vicinanza agli esclusi promossi dal “più napoletano dei Santi e il più Santo dei napoletani”. Il racconto della figura di Alfonso Maria de’Liguori e il suo operato al servizio dei ceti più umili, offre infatti lo spunto per una riflessione sul ruolo che deve avere la religione – nell’ottica del Filangieri – in quanto strumento di riscatto che non tolga la speranza a coloro i quali hanno peccato.
Il diritto alla felicità, tema della rassegna, è anche diritto alla dignità.

Domenica 12 maggio alle ore 10:30 ha inizio il Maggio dei Monumenti della chiesa di S.Antonio e S.Alfonso a Tarsia, monumentale chiesa del quartiere Montesanto per lungo tempo chiusa e abbandonata all’incuria e restituita al quartiere e alla città in seguito alla sua occupazione da parte degli attivisti dell’ex Opg Je sò pazzo.
L’edificio, uno straordinario pezzo del patrimonio storico – artistico della città riscattato e restituito alla fruizione, si presenta come luogo perfetto in cui far risuonare le raccomandazioni del Filangieri che vedeva nelle chiese «il ricovero de’ bisognosi, e non l’asilo de’ malvagi.»
Non solo accoglienza dunque ma anche conservazione del bene, recupero della memoria storica e artistica del luogo barbaramente saccheggiato durante gli anni di abbandono.
Il titolo dell’evento rende l’idea della finalità: portare alla conoscenza di questa realtà, togliere il velo del pregiudizio, svelare appunto e si inserisce in un nascente progetto che prende il nome di inTARSIAti, il cui fine è quello di fare di questa chiesa il centro propulsore di una serie di attività pensate secondo quelli che sono i dettami della tecnica dell’intarsio che prevede l’utilizzo di piccoli pezzi di materiali e colori diversi, avvalendosi della partecipazione variegata degli ospiti accolti e degli abitanti del quartiere chiamati ad offrire il loro contributo per la conoscenza e la riappropriazione dello stesso.
Gli incontri inTARSIAti sono il frutto della sinergia tra l’associazione di promozione sociale Art for cuozzis, la Rete di Solidarietà Popolare, i residenti e l’ex Opg occupato Je sò pazzo.

Il calendario degli eventi è disponibile sulla pagina ufficiale del Comune di Napoli.

12 – 18 -19 – 25 -26 Maggio | Ingresso gratuito

Info e prenotazioni: artforcuozzis@gmail.com

Chiesa di S.Antonio e S.Alfonso a Tarsia
Piazzetta S.Alfonso e S.Antonio a Tarsia
80135 Napoli