Secondo incontro con l’aspirante sindaco Bruno Cortese

Questa mattina, all’Antony Caffè di Maddaloni, si è tenuto il secondo incontro con il candidato sindaco Bruno Cortese

L’Antony Caffè, un noto bar in Maddaloni, è stato teatro del secondo incontro questa mattina con l’aspirante sindaco Bruno Cortese. Davanti a una discreta platea il candidato ha esposto i punti salienti del suo programma politico. Presenti anche i suoi fedelissimi e la cittadinanza costituita.

Rispetto agli altri candidati, Cortese ha schematizzato tutto il suo programma in 10 punti che vanno dalla sicurezza all’ambiente, passando per la questione lavoro. La parola d’ordine di Cortese è “progettualità”, ossia un impegno programmatico su cui si baserà la sua amministrazione.

Esclusa l’appartenenza politica come fattore scriminante, Cortese si reputa aperto a chiunque voglia sposare le sue linee guida, dando quindi prevalenza al governo cittadino, piuttosto che alle “diatribe di parrocchia”. Le sue linee guida si sono sviluppate in particolare nel settore lavoro, che intende rilanciare con una partecipazione cittadina assidua e sentita per la vita della propria città.

Il tutto in un’ottica di un lavoro dignitoso per tutti. Fondamentale anche la meritocrazia, un fattore fin troppo sottovalutato nel nostro territorio, che possa consentire a chiunque ne sia capace di esprimere il suo potenziale, nel rispetto delle leggi. Cortese vuole inoltre realizzare una Maddaloni solidale, che sappia curarsi dei bisogni di ogni fascia sociale, senza escludere nessun individuo. Un altro punto fondamentale è quello dell’ambiente, collegato ad tema sempre caldo dei rifiuti.

Se è vero, da un lato, che bisogna trovare soluzioni adeguate a problemi ultra decennali che affliggono la nostra terra, è pur vero che il tutto non può passare attraverso una programmazione sregolata del tema rifiuti. Infatti la prospettiva è quella di trovare soluzioni che possano eliminare o quantomeno attenuare il problema, da un lato, ma che al contempo siano rispettose del verde pubblico delle nostre zone. Il tutto anche in una prospettiva tesa a valorizzare il territorio e i monumenti che possiede. Infine, Cortese ha intenzione di realizzare una Maddaloni libera dai pregiudizi, aperta a tutte le realtà. Buona fortuna anche a questo candidato.