Insieme nella scuola per l’educazione stradale, lezione e fotogallery

Il 13 Febbraio si è tenuto “Insieme nella scuola per l’educazione stradale”. L’incontro tra il gruppo volontari della Protezione Civile SMCV il Motoclub0032 e gli alunni del Da Vinci.

SMCV, Motoclub0032 e Protezione Civile all’istituto tecnico da Vinci

Come da programma, il 13 febbraio si è tenuto, presso l’istituto tecnico-economico Leonardo da vinci di SMCV l’incontro “Insieme nella scuola per l’educazione stradale”, un progetto che la P.C. porta avanti da anni in sinergia con gli istituti superiori e scuole medie di SMCV.

Alla lezione presenti il gruppo della Protezione Civile di Santa Maria Capua Vetere, Enrico Santillo (presidente del Motoclub0032), Massimo Viscardo (ex pilota e campione regionale) e la dott.ssa Angelina di Nardo (dirigente scolastico del da Vinci). L’incontro ha visto la partecipazione delle classi terze e quarte dell’istituto e due cicli di lezioni dedicate.

Enrico Santillo ha introdotto la lezione raccontando della storia del Motoclub0032 citando anche nomi d’eccellenza dello stesso come Raffaele Prisco. “Il Motoclub0032 si preoccupa della formazione di futuri piloti. Dobbiamo fare in modo che i giovani in strada rispettino le leggi del codice stradale e in pista diano sfogo all’agonismo. Importante è sicuramente la prevenzione di comportamenti che cagionino danni alla propria persona o a terzi.”

  • La Lezione

Successivamente la parola è passata a Massimo Viscardo. La sua lezione è cominciata da un excursus sulla storia della prima moto Damler del 1885 alle moto moderne. Prosegue con l’esposizione e la spiegazione delle caratteristiche dei caschi: Il casco Jet, più leggero, adatto a velocità di circa 45Km\h, il casco demi-jet adatto per velocità di circa 100Km\h, il casco modulare e il casco integrale (uso agonistico). Si sono visti i sistemi di interfono, che permettono di rispondere alle chiamate senza l’utilizzo dello smartphone, di modo da evitare distrazioni alla guida.

Con dei modelli presentati alla lezione è stato spiegato il modo corretto per andare in moto, le protezioni necessarie per diminuire i danni in caduta, conformamente alle direttive del 20 gennaio dell’Unione Europea ed è stato chiarito l’art.117 sulla potenza di utilizzo. Ulteriori chiarimenti sono stati dati sui sistemi frenanti: CBS, sistema meccanico che ripartisce la frenata al 50% nelle due ruote e il sistema ABS, elettronico con centralina, che ripartisce la frenata in proporzioni differenti in curva (90% posteriore 10% anteriore) e in rettilineo (75% posteriore e 25% anteriore). Ancora i motori 2 e 4 tempi con le relative differenze degli oli specifici, i sistemi di raffreddamento ad aria e ad acqua e le varie tipologie di pneumatici.

Al termine della lezione Viscardo ha asserito: “Vorrei che tutti coloro che hanno passione per la moto riversassero tale passione in pista. Imparare come si utilizza una moto è fondamentale per apprezzare il mezzo e per divertirsi senza compromettere la propria salute. Grazie all’esperienza avuta con il Motoclub0032 ho compreso molti trucchi alla guida che sono utili per la vita. Inoltre riguardo alla scelta e all’acquisto dei veicoli, cercate il miglior rapporto qualità-prezzo, una valutazione anche in termini di costo è importante. Considerate che uno scooter costa più di una moto guardando i costi in prospettiva temporale. Spero che questa lezione sia riuscita ad essere uno stimolo e uno spunto di riflessione per chi vuole intraprendere la carriera da motociclista o per chi è prossimo all’acquisto di un mezzo.”

  • Conclusioni

Discorso di chiusura di Enrico Santillo: “Seguite sempre i vostri sogni. Una moto utilizzata in modo scorretto può rovinarvi la vita, ma in pista può regalarvi un emozione unica.”

Al termine dell’incontro sono stati rilasciati degli opuscoli su quanto detto. Gli alunni hanno potuto osservare da vicino, nel piazzale della scuola, le varie tipologie di veicoli a due ruote, portate li per l’occasione.