Caserta, Gianni Dessì alla Galleria “Nicola Pedana Arte Contemporanea”

Dal 1° maggio al 30 giugno Gianni Dessì si presenta con “In Chiaro” a Caserta presso la Galleria “Nicola Pedana Arte Contemporanea” in piazza Matteotti n.60

L’artista romano propone per la prima volta nel territorio casertano e, più in generale, in quello campano, quindici dei suoi lavori più recenti, sia sculture che dipinti su tela, in un’esposizione e in un catalogo curati sapientemente dal critico Ivan Quaroni. Il titolo della mostra, che è anche il titolo di una delle opere esposte, evidenzia chiaramente ciò di cui l’artista vuole parlare ovvero la pittura, dove, usando le parole del Quaroni: “cerca la sua evidenza, il suo fare ampio e figurato, che dispiegandosi incontra l’immagine, vocazione, tra luci e ombre, alla vita e all’arte”.

Gianni Dessì comincia ad esporre negli anni ottanta con tele dalle cromie sobrie e caratterizzate da lacerazioni, incisioni, sovrapposizioni di piani, inserzioni di materie diverse. Negli anni novanta la sua pittura si anima di un nuovo rapporto col colore che diventa sgargiante, esplosivo, e nel decennio successivo inizia a proporre le sue prime sculture, rappresentative di un ricercato dialogo tra pittura e scultura.

Oggi, alla luce di questo lungo percorso di ricerca, propone una serie di opere caratterizzate «dall’alternanza di colori chiari e scuri, di bianchi e neri, in un progressivo intrecciarsi e accavallarsi che genera visioni ed immagini – come spiega Quaroni nel testo inserito in catalogo ed aggiunge – l’apparente sconfinamento della pittura oltre il perimetro del supporto, cui Dessì ci ha abituati, ha invece il senso di un ritorno all’origine del fare pittura. Non si tratta quindi di una fuoriuscita della pittura (expandend painting), ma di un ritorno allo spazio che gli è proprio. Il muro, la parete sono i luoghi originari in cui la pittura genera una spazialità nuova e con essa nuovi significati». L’artista dunque porta la sua riflessione sul concetto di pittura, affascinando e incuriosendo lo spettatore. 

Sarà possibile visitare la mostra il martedì e il sabato dalle ore 10:00 alle 13:00 e dalle 16.30 alle 20:00; mentre il venerdì dalle 16.30 alle 20:00.

Ingresso libero

Orari di visita: Martedì/sabato 10 -13 e 16.30-20; venerdì 16.30-20