L’Ateneo Vanvitelli con il Conservatorio San Pietro a Majella, Concerto Di Beneficenza di Natale

Concerto di Beneficienza di Natale: appuntamento per il 10 dicembre alle 18 alla presenza del Cardinale Crescenzio Sepe

Giunge alla terza edizione il Concerto di Beneficenza organizzato dall’Ateneo Vanvitelli. Un appuntamento prenatalizio ormai consueto, che quest’anno si avvale della prestigiosa collaborazione del Conservatorio San Pietro a Majella, con il Presidente, Antonio Palma, ed il Direttore, Maestro Carmine Santaniello.

L’appuntamento è per lunedì 10 dicembre 2018 alle ore 18, alla presenza del Cardinale Crescenzio Sepe, presso la Sala Scarlatti del Conservatorio, in via San Pietro a Majella. L’evento rappresenta un gesto solidale dell’Università della Campania Luigi Vanvitelli verso le fasce deboli del territorio, attraverso il sostegno ai progetti della Fondazione onlus “In nome della vita”.

“I numeri dello scorso anno sono andati ben oltre ogni aspettativa – ha spiegato il Rettore Giuseppe Paolisso – è stato raccolto un importante contributo che è stato devoluto alla Fondazione “In nome della vita”, punto di riferimento della Chiesa di Napoli, che ha consentito di sostenere non solo la Casa di Tonia, ma anche i progetti a sostegno dell’infanzia a rischio. Siamo lieti di partecipare come Ateneo al raggiungimento di obiettivi di questa portata con il contributo della nostra comunità accademica”.

Il concerto consisterà in un Omaggio a L. Bernstein dell’Orchestra Ritmico-Sinfonica del Conservatorio di San Pietro a Maiella diretta dal Maestro Mariano Patti.
Leonard Bernstein è stato uno dei più geniali, apprezzati e famosi musicisti di tutti i tempi. Direttore, didatta, critico, compositore poliedrico ed aperto alle sonorità di tutte le culture, ha trasfigurato nel mondo dei suoni il melting pot della società contemporanea. Il Conservatorio rende omaggio a questo straordinario artista celebrandone il centenario della nascita. Il progetto è a cura del Dipartimento di Nuovi Linguaggi del Conservatorio, che ha creato per l’occasione la formazione mista di allievi “Orchestra Ritmico-Sinfonica”