Macerata C.: Trasferta a Parigi per l’associazione Sant’Antuono

Sbarcheranno in terra francese i delegati dell’Associazione Sant’Antuono, Salzillo e Capuano,  per l’Assemblea Generale ICH UNESCO. Il sindaco Cioffi dichiara: “Orgogliosi di portare la nostra tradizione in Europa”

Continua il lavoro su scala internazionale dell’Associazione Sant’Antuono & le Battuglie di Pastellessa di Macerata Campania (CE), accreditata come NGO (Organizzazione Non Governativa) dall’UNESCO  nel 2014. L’Associazione casertana prenderà parte alla  sesta sessione dell’Assemblea Generale degli Stati che aderiscono alla convenzione UNESCO, che si svolgerà a Parigi nella sua sede principale dal 30 maggio al 1 giugno 2016.

A Macerata Campania si svolge, infatti, la Festa di Sant’Antuono, uno degli eventi più importanti nel panorama delle feste popolari e religiose della Regione Campania in collaborazione con l’ ‘Associazione Sant’Antuono & le Battuglie di Pastellessa.

La delegazione del “Paese della Pastellessa”, composta dal vicepresidente Domenico Salzillo e dal segretario ing. Vincenzo Capuano, avrà la possibilità di confrontarsi con le altre NGO che a livello internazionale sono impegnate nella difesa e nella salvaguardia delle culture tradizionali e delle espressioni dei popoli. Fra le ONG che prenderanno parte all’Assemblea segnaliamo lAssociazione per la conservazione delle tradizioni popolari di Palermo, SIMBDEA, l’Unione Nazionale Pro Loco d’Italia e per AEJeST  l’Associazione giochi antichi di Verona, che completano insieme all’Associazione Sant’Antuono & le Battuglie di Pastellessa la presenza italiana in terra francese.

L’obiettivo dell’incontro è di proseguire il lavoro di preparazione delle direttive necessarie per l’implementazione della Convenzione ICH, che rientra nel programma UNESCO sul Patrimonio Immateriale dedicato alla salvaguardia delle tradizioni viventi, come la musica, la danza, l’artigianato e i giochi. Considerando  la profonda interdipendenza esistente  fra il  patrimonio culturale immateriale , il patrimonio culturale materiale e i beni naturali,  in quanto fattori principale della diversità culturale e fautori di sviluppo intellettuale  duraturo.

La Convenzione UNESCO ha lo scopo di rafforzare e istituzionalizzare il sistema di protezione delle tradizioni e delle espressioni culturali dei popoli che sono parte della storia comune dell’umanità. In tale occasione l’Associazione Sant’Antuono fornirà servizi di consulenza al Comitato Intergovernativo, così come previsto dalla Convenzione per la Salvaguardia del Patrimonio Culturale Immateriale.

«La nostra partecipazione ai lavori dell’UNESCO – commenta così l’ing. Vincenzo Capuanoconsente alla comunità maceratese di contribuire a livello internazionale alla salvaguardia e alla difesa del Patrimonio culturale immateriale. In questo contesto rientra la “Battuglia di Pastellessa”, simbolo identitario della nostra comunità».

«Prendere parte ad un così importante avvenimento e portare la nostra cultura a tanti km di distanza – aggiunge Domenico Salzillorappresenta un vero onore e rafforza la nostra motivazione a continuare a lavorare».