Maddaloni: Arrestati due uomini per furto aggravato

I due, già con precedenti penali, avrebbero effettuato due furti a Maddaloni nel febbraio e nel marzo di quest’anno.

Nella mattinata di oggi i Carabinieri di Maddaloni, nell’ambito di un’attività d’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, hanno arrestato due uomini orginari di Napoli Maglione A. ed Esposito P. I due sarebbero responsabili di due furti aggravati, avvenuti nel comune di Maddaloni fra febbraio e marzo di quest’anno.

Le indagini hanno permesso di accertare come i due uomini, con l’utilizzo di un disturbatore di frequenze oppure un grimaldello utile all’effrazione del cilindretto, approfittando delle ore di punta, si fossero introdotti all’interno di due autovetture parcheggiate all’esterno di due noti bar ubicati lunga la trafficata via Forche Caudine e a rubare borse contenenti oggetti personali ovvero documenti, carte bancomat, computer portatile, telefono cellulare, somma contante complessiva di euro 4000,00.

Le forze dell’ordine sono riuscite a ricostruire il modus operandi adottato dai due arrestati, con a carico già specifici pregiudizi penali, i quali, anch’essi a bordo di auto, attendevano nello spazio antistante l’esercizio commerciale per scegliere accuratamente le vittime; appena individuato il veicolo di interesse i due attivavano il disturbatore di frequenze nel momento in cui gli occupanti scendevano dal veicolo ed entravano all’interno del bar, evitando così la chiusura delle portiere. Successivamente, uno dei due accedeva all’interno dell’abitacolo per appropriarsi di beni di valore, mentre l’altro complice monitorava l’eventuale arrivo dei malcapitati al fine di garantire la buona riuscita dell’azione delittuosa.

Le immediate investigazioni sono state condotte attraverso le formalizzazioni delle denuncel’accurata visione del sistema di videosorveglianza degli esercizi commerciali interessati, le comparazioni fotografiche, nonché perquisizioni domiciliari a carico degli indagati che hanno permesso di acquisire ulteriori elementi probatori.