Marino incontra Corsale, i due candidati sindaci espongono il loro programma

Marino incontra Corsale, i due candidati sindaci espongono il loro programma
Foto tratta da www.ilcasertano.it

I due candidati sindaci della coalizione di Centrosinistra, Marino per Caserta e Corsale per Casagiove, si sono incontrati stamani per discutere di un programma comune

Stamattina Carlo Marino, candidato sindaco al comune di Caserta per la coalizione di centrosinistra, ha incontrato Roberto Corsale, candidato sindaco al comune di Casagiove anch’egli per la coalizione di centrosinistra.

L’appuntamento è servito ai due candidati per gettare le basi per un programma comune che si concentra su varie tematiche, a partire dalla valorizzazione dei beni culturali e del turismo.

Il progetto di cui si è discusso maggiormente è denominato “Città della Reggia e dei monumenti vanvitelliani“, che mira a creare un Polo turistico locale.

Un altro impegno che unisce i due candidati sindaci è la realizzazione di un progetto di riqualificazione dell’asse viario che colleghi il casello autostradale dell’A1 con la Reggia di Caserta, che rappresenta un vanto per tutti i cittadini casertani, ed è anche un eccellente biglietto da visita da mostrare ai turisti.

Per quanto riguarda l’unione tra le due città entrambi i candidati si sono mostrati entusiasti. Marino ha spiegato: “La sinergia con Casagiove è un qualcosa di naturale per chi amministra la città di Caserta. Sono convinto che con Roberto Corsale si rafforzerà un rapporto di collaborazione che ci permetterà di porre in essere dei progetti di grande rilevanza per entrambe le comunità. Roberto è la persona giusta per consentire il rilancio della città di Casagiove”.

Mentre Corsale ha dichiarato: “Le nostre priorità sono il turismo e la rivitalizzazione del centro storico cittadino, con la conseguente ripresa del commercio. Per Casagiove il rapporto con la città di Caserta è fondamentale per il perseguimento di una reale prospettiva di sviluppo. Carlo Marino sarebbe una garanzia di buon governo per Caserta nonché il migliore interlocutore istituzionale possibile per la nostra città”.