Natale alla Reggia di Caserta tra concerti, mostre e aperture straordinarie

Mostre d’arte, visite guidate, concerti, aperture straordinarie  e biglietti ridotti: questo e molto altro sarà “Natale alla Reggia 2017”

È da poco uscito il calendario degli eventi natalizi alla Reggia di Caserta che, anche quest’anno, si prepara alle feste per poter accogliere al meglio migliaia di turisti. Il tutto inizierà il 7 dicembre, un intero mese in cui il Palazzo Reale ospiterà mostre d’arte, concerti musicali, convegni culturali, visite guidate, rievocazioni storiche, spettacoli teatrali e aperture straordinarie.

Le mostre d’arte

Ad aprire la rassegna degli eventi natalizi sarà l’inaugurazione della mostra antologica del grande artista di arte contemporanea Tino Stefanoni, prevista per giovedì 7 dicembre. Il giorno seguente verrà inaugurato il presepe contemporaneo di Mimmo Di Dio dal titolo “Come on baby”. L’arte presepiale verrà vista in ogni sua sfaccettatura, tra tradizione e innovazione, con la possibilità di ammirare il presepe classico negli Appartamenti Storici. All’interno della Biblioteca palatina, invece, verrà presentato il Presepe di carta di Antonella Parini: arte con i libri e vecchie pagine trasformate in scultura.

I concerti

Al di là degli oramai tradizionali concerti natalizi previsti alla Reggia il 26 dicembre e il 1 gennaio, la bella musica animerà le stanze reali anche in altre serate. L’Autunno Musicale continuerà la sua rassegna presso la Cappella Palatina, l’8 dicembre con i vincitori del Premio Nazionale della Arti del MIUR. Il 10, invece, i riflettori si sposteranno sul Coro Magna Grecia che porteranno un repertorio classico. Durante la rassegna natalizia verranno previste, a più riprese, le Favole di Esopo: favole musicali per voce recitate a quintetto di fiato. Spazio anche alla musica Gospel, il 21 dicembre con un viaggio dalle origini della musica nero-africana fino ai ritmi più moderni.

Natale Borbonico

La Reggia ospiterà numerose rievocazioni storiche curate dell’Associazione culturale “Rievocatori Fantasie d’Epoca”. Attraverso spettacoli musicali e teatrali con personaggi vestiti alla maniera settecentesca, saremo proiettati direttamente nell’epoca borbonica:

18 dicembre

La corte di Re Carlo sarà lieta di intrattenere gli avventori del Palazzo Reale con musiche del periodo.
Musiche:
Duo “Oro e Argento”;
Isidoro Conca, voce e tastiera;
Vincenzo Giuliano Fusco, Sax.

20 dicembre, “La Real Vestizione”

Il pubblico assisterà al complesso cerimoniale della vestizione della Regina Maria Carolina che, circondata dalla sue dame da compagnia verrà aiutata ad indossare la biancheria, gli accessori e l’abito, chiaramente tipici del XVIII secolo.

27 dicembre, “Un Architetto a Corte”

Il grande architetto illustra al suo Re e corrispettiva Corte l’immenso progetto di quello che doveva essere, per obbligo, il palazzo più bello d’Europa. Con musiche dal vivo eseguite dal flauto dolce, Maurizio Parisi.

28 dicembre, “I Vico”

Musica popolare Borbonica
Musicista : Luigi Rubiconti e la sua orchestra.

29 dicembre, “L’abdicazione di Carlo III”

Rievocazione storica, rappresentante l’abdicazione di Carlo III, il 6 Ottobre 1759, in favore di Ferdinando, che divenne re a soli otto anni con il nome di Ferdinando IV di
Napoli e III di Sicilia. Con ballo tipico settecentesco a cura del Maestro di Danza Rosario Forestiere.
Musica eseguita da:
Rosa Andreone, voce; Enzo Compagnone, chitarrista.

30 dicembre

Musiche: Bach, De Boismortier, Braun, Marcello, Scarlatti, Matteis, Telemann.
Maurizio Parisi, flauto dolce. Lucia Piatto, clavicembalo.

Ballo tipico del 700 a cura del Maestro di Danza Rosario Forestiere.

6 gennaio, “Posa della Prima Pietra”

Il giorno 20 Gennaio del 1752, in occasione del compleanno del re Carlo di Borbone, fu celebrata la posa della prima pietra del Palazzo. Tale pomposa cerimonia venne così descritta dallo stesso Luigi Vanvitelli.

Con ricerche storiche a cura dell’associazione “Il Bel Paese”, Angela Milano.

Testo scritto da Vincenzo Mazzarella.

Costumi Fantasie D’epoca.

Recitano gli attori dell’associazione “Fabbrica Wojtyla”.

Convegni e visite guidate

Le vacanze natalizie potranno essere l’occasione per i turisti di visitare l’Archivio Storico con l’esposizione dei documenti più significativi  dalla nascita dello stato di Caserta. Ci saranno, inoltre, convegni culturali come “la Tavola del Re”: un evento che promuove la cultura, la storia e l’arte del Regno delle Due Sicilie. Raccontato da Fabrizio Mengoni, esperto di cucina storica, attraverso letture, proiezioni, show-cooking, musica e degustazioni.

Orari e aperture straordinarie 

Il monumento vanvitelliano resterà chiuso solo il 25 dicembre. Sarà aperto in via straordinaria anche il 26 dicembre e il 2 gennaio, seppur, di consueto, il martedì sia giorno di chiusura. Tutti gli appuntamenti si terranno dalle 16:30 fino all’orario di chiusura, 19:30, e il costo del biglietto sarà al prezzo speciale di 3 euro.

Un regalo particolare

Ci sarà l’opportunità di mettere sotto l’albero un regalo particolare: l’abbonamento annuale alla Reggia di Caserta. Nel periodo natalizio, infatti, ci sarà la possibilità di regalare un abbonamento ai propri cari inserendo semplicemente il nominativo e consentendo, così,  di godere del Palazzo Reale per tutto l’anno.