Özpetek ospite di Maestri alla Reggia

Il 22 Novembre è stato ospite del terzo appuntamento di “Maestri alla Reggia” Ferzan Ozpetek. I biglietti sono andati subito sold out

“Maestri alla Reggia” è un appuntamento ormai consuetudinario che permette ai giovani e non, casertani e non, di entrare a contatti con quelli che sono i grandi nomi del cinema italiano.

Da Tornatore, passando per Verdone a Castellitto, l’ultimo ospite che ieri è stato seduto sulla poltroncina rossa di pelle nella Cappella Palatina della Reggia di Caserta è stato nientepopodimeno che Ferzan Ozpetek.

Regista di fama mondiale, i suoi film sono conosciuti in tutto il mondo: da “Il bagno turco” a “Napoli velata” almeno una volta nella vita tutti abbiamo sentito nominare un suo film, se non addirittura ci siamo sentiti in empatia con i suoi personaggi.

Ozpetek ha risposto alle domande di Alessandra de Luca con grande umiltà, simpatia e leggerezza. Niente a che vedere con l’idea di una star altezzosa e scontrosa come ci si aspetta da una persona del suo calibro.

Ha raccontato la sua vita dall’infanzia, da come l’amore per il cinema sia nato dall’aver visto il film “Cleopatra” con la nonna, “quella dell’Impero Ottomano” come dice lui, al trasferimento a Roma e alla gavetta di sedici anni come aiuto regista.

A raggiungerlo sul palco è stata poi l’attrice Anna Bonaiuto, la zia Adele di “Napoli velata”, che ha raccontato di come il regista ami i suoi personaggi, i suoi attori e il suo pubblico, e come sia in grado di trasmettere questo amore.

Ozpetek si mostra pieno di dubbi, di incertezze, più umano di quanto si possa immaginare, commosso al pensiero dell’amico Ennio Fantastichini con cui ha più volte lavorato.

Raccontando numerosi aneddoti e varie storie del suo vissuto, Ozpetek ha permesso a tutti di noi di conoscere non solo il noto regista di “Saturno contro” e “Rosso Istanbul”, ma Ferzan.