PD Santa Maria Capua Vetere, referendum: “si sorteggino gli scrutatori”

Gruppo consiliare del PD di Santa Maria Capua Vetere: “Per la scelta degli scrutatori al referendum si proceda con il sorteggio”

Ad avanzare la richiesta sono i consiglieri comunali del Partito Democratico, Umberto Pappadia e Francesco Rosario Di Nardo, che in vista della convocazione della commissione elettorale comunale fissata per venerdì, invitano la maggioranza a rinunciare alla designazione diretta dei componenti i seggi per il referendum del prossimo 4 dicembre.
In una fase in cui, da un lato,  l’antipolitica impera e, dall’altro, sono sempre più evidenti le difficoltà che vive la nostra Città, appare opportuno che si abbandoni la scelta degli scrutatori secondo criteri che potrebbero apparire discutibili, perché sempre legati a tornaconto politico, e si affidi al sorteggio la designazione degli scrutatori.
Tale modalità di nomina garantirebbe trasparenza e darebbe alla politica sammaritana l’opportunità di dare un segno di maggiore credibilità e rinnovamento rispetto a pratiche clientelari e familistiche che, sovente, hanno dato adito a sospetti, dubbi e polemiche di cui oggi certamente non ha bisogno nessuno“, dichiara il gruppo consiliare del Pd.
Ci rivolgiamo al sindaco Antonio Mirra, che presiederà la commissione, e ai consiglieri della maggioranza perché accettino la nostra richiesta di procedere mediante sorteggio tra gli iscritti all’albo degli scrutatori, evitando di ricorrere alla nomina diretta. 
Sami sicuri che il nostro appello non cadrà nel vuoto e che, insieme, potremo dare un segnale importante di serietà e trasparenza alla cittadinanza“, concludono Pappadia e Di Nardo.