Presentazione del libro “Il cratere – Che fine fanno i ragazzi di camorra”.

 Ieri è stato presentato, presso il Comune di Santa Maria a Vico, “Il cratere – Che fine fanno i ragazzi di camorra”, il libro di Gianni Solino

L’incontro è stato organizzato dalle associazioni anti-camorra: Libera, Comitato Don Peppe Diana, Fondazione Polis; i lavori introdotti dalla referente di zona di Libera, Carmela De Lucia, hanno registrato un’ottima partecipazione di persone. “Abbiamo rilevato che per i ragazzi che seguiamo come Servizi Sociali si ottengono maggiori risultati quando si hanno alle spalle delle solide basi in famiglia, pertanto, il punto centrale del nostro intervento sui prossimi progetti che realizzeremo sarà proprio la famiglia.

– lo ha detto Veronica Biondo, assessore alle Politiche Sociali del Comune di Santa Maria a Vico, nel suo intervento al convegno di presentazione del libro di Gianni Solino –  In programma abbiamo “Educazione alla gentilezza”, un progetto che partirà prima dalle piazze e da settembre nelle scuole, in questa occasione coinvolgeremo non solo gli alunni ma anche le famiglie con i nonni. Un ringraziamento va a tutta la rete di associazionismo che opera sul territorio di Santa Maria a Vico, alcune di loro su tutta la provincia di Caserta, poiché anche grazie allattività svolte da loro vi è una ‘pressione’ verso le istituzioni per il miglioramento di alcuni servizi”.

L’autore nato a Villa di Briano da sempre si interessa dei movimenti pacifisti e anticamorra, continua ad impegnarsi nell’associazionismo e a trasmettere il messaggio “che per creare la società sana di domani vanno date delle solide basi ai ragazzi di oggi, senza lasciarli soli”. La manifestazione è stata patrocinata dal Comune di Santa Maria a Vico, hanno partecipato il sindaco Andrea Pirozzi, il presidente nazionale Arciragazzi, Camillo Cantelli, la DS Istituto Comprensivo Regina Caeli di Napoli, Angela Procaccini.