Presentazione della lista “Caserta Popolare”, presente il sottosegretario Bianchi e il candidato sindaco Marino.

Marino, candidato sindaco di Caserta: “Vanno messe in rete tutte le nostre principali risorse: realizzeremo un Polo turistico locale”. Ecco il comunicato.

Stamani, presso il Circolo Nazionale di piazza Margherita, il candidato sindaco di Caserta per la coalizione di centrosinistra, Carlo Marino, ha partecipato, assieme al sottosegretario ai Beni e alle Attività Culturali e al Turismo, Dorina Bianchi, alla presentazione dei candidati della lista “Caserta Popolare”. Accanto ai candidati il coordinatore provinciale di Ncd-Caserta Popolare, Pietro Riello.
Caserta Popolare – ha spiegato Marino – è una delle liste che per prima ha condiviso il nostro progetto, la nostra visione di città. Il turismo e la valorizzazione dei beni culturali sono una grande risorsa per il nostro territorio. Non abbiamo solo la Reggia, c’è la città utopica di Ferdinando IV re di Borbone, la Caserta medievale, un sito che va certamente migliorato sotto il profilo delle infrastrutture e non solo ma che ha un potenziale enorme”.
Marino, poi, ha puntato l’attenzione su un cambio di strategia nel campo dello sviluppo del turismo e del marketing territoriale: “Va realizzato un Polo turistico locale, un’agenzia che svolga un lavoro di promozione, collaborando con l’ottimo direttore della Reggia Felicori, ma anche col governo nazionale e regionale”. Rivolgendosi al sottosegretario Bianchi, Marino ha assicurato che “nella lista Caserta Popolare troverà interlocutori autorevoli, persone preparate e competenti. Sono candidati che hanno voglia di fare un viaggio insieme e di imprimere una svolta a questa città”.
Il sottosegretario Bianchi, dopo aver ringraziato i candidati, ha sottolineato che “il Sud ha cose meravigliose da mettere a sistema, essendo il turismo la nostra risorsa di maggiore rilievo. È stato importante – ha detto la Bianchi – aver sentito l’entusiasmo di Marino. Caserta è un’eccellenza vera del nostro Paese, che ha potenzialità e risorse enormi, che non sempre si riescono a sfruttare adeguatamente. Carlo ha detto una cosa vera: Caserta è importante, la Reggia deve essere il centro per creare ricchezza per tutta la città ma anche per l’intera provincia e la regione. La cultura – ha aggiunto il sottosegretario ai Beni Culturali e al Turismo – deve essere uno strumento di sviluppo economico, un’opportunità per dare lavoro ai giovani. Solo se il Sud cresce, l’Italia cresce. Spero di tornare a Caserta per festeggiare la vittoria di Marino. Da me avrete sempre un forte sostegno per valorizzare il vostro territorio”.
Infine, il coordinatore provinciale di Ncd-Caserta Popolare, Pietro Riello, ha spiegato che “quella di Caserta Popolare è una lista di grande qualità. Sin dal primo momento abbiamo sostenuto la candidatura a sindaco di Marino, al quale mi lega un rapporto di amicizia e stima ultra trentennale. Questa è una delle liste più forti della competizione elettorale e contiamo di ottenere il miglior risultato tra le varie province campane”.