Provincia, Pasquale De Lucia si dimette

Provincia – “L’aspetto umano viene prima delle poltrone”: con una conferenza stampa, questa mattina, l’ormai ex vicepresidente ha spiegato i motivi della scelta

Dopo neanche un anno, si conclude l’esperienza di Pasquale De Lucia alla vicepresidenza della Provincia di Caserta. Lo scorso 2 maggio, infatti, il sindaco di San Felice a Cancello ha protocollato una nota con cui formalizzava le proprie dimissioni, precisando che avrebbe continuato a svolgere l’incarico di consigliere provinciale e presidente del gruppo “Campania Futura”.

Stamattina, poi, ha spiegato in conferenza stampa i motivi che hanno portato a questa decisione.

“Dal aprile 2015 sono stato contattato innumerevoli volte – ha affermato De Lucia – con un’azione di corteggiamento politico quasi inverosimile. Dopo le elezioni, invece, il Presidente Di Costanzo non ha più risposto alle mie chiamate”. Una delusione umana, secondo il sindaco di San Felice, poiché “non c’è stato rispetto per chi è stato determinante per la vittoria, non c’è stato dialogo su scelte strategiche importanti”.

De Lucia ha poi raccontato che la presenza di Di Costanzo ad Arienzo, e l’appoggio ribadito al candidato sindaco Davide Guida, è stata la classica goccia che ha fatto traboccare il vaso. “Non mi sono mai permesso – ha proseguito – di andare ad Alvignano o a Dragoni, nonostante gli inviti di tanti amici, perché avevamo concordato col Presidente una gestione politica del territorio, nel segno del rispetto reciproco. L’aspetto umano, per un accordo non scritto, viene prima delle poltrone”.

Toni forti, quelli dell’ex vicepresidente, il quale ha concluso con un monito: “da questo momento sarò più attento e presente e Di Costanzo deve sapere che rappresento una parte politica importante, per cui dovrà considerare le legittime istanze che Campania Futura porterà all’attenzione dell’organo gestionale e politico”.