Referendum Costituzionale, i comitati spiegano le ragioni del NO

Ad Arienzo, nella Sala del Consiglio Comunale in Piazza Sant’Agostino, venerdì 28 Ottobre alle ore 18:00 si terrà un incontro pubblico con i cittadini in cui si discuterà delle ragioni del No al Referendum sulle modifiche della Costituzione

“Sarà un incontro utile per spiegare e discutere le ragioni dell’opposizione a una riforma che rischia di stravolgere gli equilibri democratici del Paese stabilendo forme autoritarie di governo. Un disegno che mortifica il principio di rappresentatività a vantaggio di ristrette oligarchie di potere” spiega Rosa Scogliamiglio, referente del Comitato per il NO di Santa Maria a Vico.
Relatori saranno il Prof. Giovanni Cerchia, Docente di Storia Contemporanea e delegato A.N.P.I., e Francesco Ferrara, deputato di Sinistra Italiana, mentre Giuseppe Vinciguerra, referente del Comitato per il NO di Cervino, modererà il dibattito.
“Un evento importante per informare i cittadini, vista l’occupazione di tutti gli spazi da parte del governo Renzi, sui cambiamenti che entrerebbero in vigore con la Riforma e per spiegare in maniera dettagliata le ragioni per cui è giusto votare No” spiega Vincenzo Piscitelli referente del Comitato per il NO di Cervino.
“Da un mese facciamo sentire la nostra voce nelle piazze e sul territorio attraverso banchetti e volantinaggi informativi. La collaborazione dei tre Comitati, di Arienzo, Cervino e Santa Maria a Vico ha permesso di realizzare questo dibattito” spiega Giovanni Provvisiero il promotore del Comitato del NO di Arienzo.
I Comitati per il NO al Referendum Costituzionale di Arienzo, Cervino e Santa Maria a Vico invitano i loro concittadini, le associazioni e tutte le forze politiche e sindacali a partecipare al dibattito.
francesco-ferrara_foto
Francesco Ferrara
giovanni-cerchia_foto
Giovanni Cerchia
Giuseppe Vinciguerra
Giuseppe Vinciguerra