San Felice a Cancello: alvei nel degrado, ORA sostiene la denuncia dei cittadini

comitato ORA

San Felice a Cancello – Alvei nel degrado, il comitato Ora sostiene la richiesta di intervento dei cittadini e denuncia l’immobilismo delle autorità competenti

Comitato ORA – L’attenzione è puntata, in maniera particolare, su Cava Tavernole e sull’Alveo Arena, due grandi vasche di raccoglimento delle acque, entrambe ormai sommerse dai rifiuti e dall’erba incolta.
“Vogliamo rilanciare la segnalazione e l’esposto effettuato da alcuni cittadini al Prefetto di Caserta, alla Commissione straordinaria del Comune di San Felice a Cancello e ai Vigili del fuoco di Caserta. Abbiamo percepito dalle loro parole un grande senso di preoccupazione per la situazione e quindi, abbiamo deciso di sostenere questa battaglia, così come hanno già fatto altre realtà associative”, fanno sapere con una nota i componenti del comitato presieduto da Francesco Lettieri.
Il livello delle acque dell’ex Cava Tavernole è preoccupante e comporta il pericolo esondazioni e allagamenti. Le zone a ridosso dell’ex Cava, così come quelle a ridosso dell’Alveo Arena, versano in uno stato di degrado e abbandono e la pessima situazione igienica, con la presenza di insetti e ratti, comporta un pericolo per la popolazione che abita nei dintorni. All’incuria si aggiunge l’attuale cambiamento climatico che non permette più di prevedere con certezza il rischio di improvvise e abbondanti precipitazioni, con conseguente aumento del rischio esondazioni.
“Dopo innumerevoli discussioni, anche in Consiglio comunale, e il susseguirsi di segnalazioni alle autorità competenti, nessuna iniziativa concreta è stata posta in essere”, affermano ancora i componenti del Comitato, chiedendo lumi anche sullo stato delle vie di fuga, previste dal piano regolatore comunale, e sullo stato dei lavori di sistemazione e messa in sicurezza, iniziati e mai terminati.