San Nicola la Strada: dalle opposizioni una mozione per gli orti sociali

Comune di San Nicola la Strada

La mozione che propone l’assegnazione delle aree verdi ai cittadini sannicolesi

La mozione è stata protocollata lo scorso 15 ottobre. Suo promotore e primo firmatario è il consigliere del Gruppo Misto Tullio Vaccari a cui , in seconda battuta, si sono accodati altri tre membri della minoranza sannicolese: Federico De Matteis (M5s) e (Vincenzo Russo Spena e Nicola D’Andrea (Insieme per Sannicola). Questi propongono di trasformare le ormai rade aree verdi sannicolesi in orti sociali.

COS’E’ UN ORTO SOCIALE

È un terreno che il comune in qualità di proprietario decide di affidare alle cure di privati cittadini. Esso solitamente è ripartito in appezzamenti in cui ciascun gestore innesta piante orticole.

LA LORO FUNZIONE

Sorgendo in posti da anni abbandonati, spesso sostituiscono il degrado urbano con una lussureggiante natura. Ma non è tutto, i benefici cagionati dall’introduzione di questi orti sono molteplici. Eccone alcuni:

  1. da un punto di vista ambientale fanno da filtro di fronte alla contaminazione

  2. agendo come polmone verde e migliorando la qualità dell’aria con ossigeno puro;

  3. per quanto concerne l’aspetto sociale essi rappresentano una ghiotta occasione per realizzare attività di gruppo

mentre sotto l’aspetto culturale sono uno strumento grazie al quale gli adulti trasmettendo la loro conoscenza agraria alle nuove generazioni sottraggono all’oblio un sapere che altrimenti andrebbe perduto.

ORTI SOCIALI COMUNALI

È questa la denominazione del progetto prospettato dalla mozione. Essa, tra l’altro, indica anche la strada da seguire per consegnare ai cittadini terreni pubblici da coltivare. ”Effettuare un censimento dei terreni abbandonati, incolti e o adibiti a verde pubblico dove poter realizzare gli orti sociali comunali.” “Procedere alla pubblicazione di un bando per l’assegnazione, dando preferibilmente priorità a soggetti svantaggiati disoccupati o cassintegrati.”

TRA PASSATO E FUTURO

La città non è nuova a simili iniziative. L’ex sindaco Pascariello nel 2008,infatti, lanciò l’iniziativa “Orti per gli anziani”, grazie alla quale , ancora oggi, un gruppo di cittadini gestisce con successo un’ orto posto in Via Luigi D’Andrea (nei pressi del campo comunale). Esso all’epoca fu diviso in undici lotti assegnati ad altrettanti anziani. Il progetto pascarielliano stabiliva che ogni tre anni essi dovessero essere affidati a nuovi gestori. Da allora, però, questi restano saldamente posti nelle mani di quegli stessi signori che vinsero il bando indetto nel 2008. Vien dunque da chiedersi: qualora la maggioranza facesse propria questa proposta, sarà capace di garantire una turnazione nella gestione dei terreni? O anche stavolta d’un’iniziativa positiva godranno i soliti amici degli amici?