Sanità, approvato il programma di potenziamento

L’On. Piscitelli fa il punto sulla situazione nel casertano: importanti novità da San Felice a Cancello a Maddaloni, passando per Piedimonte, Marcianise, SMCV, Sessa e Castel Volturno

“Al fine di evitare ogni tipo di strumentalizzazione, la Regione Campania – ha affermato l’On. Alfonso Piscitelli, Presidente della I Commissione Affari Istituzionali – conferma l’impegno per una sanità più moderna, tecnologicamente avanzata e per elevare i livelli essenziali di assistenza in provincia di Caserta”.

E’ stato approvato, infatti, il programma di potenziamento e adeguamento delle strutture sanitarie regionali, che prevede, tra l’altro, l’aumento in provincia di Caserta di ben 503 posti letto e uno stanziamento di 2 milioni di euro per l’ospedale di San Felice a Cancello e 2 milioni e 800 mila euro per l’ospedale di Maddaloni.

“Al di là degli ospedali di San Felice a Cancello e Maddaloni – ha sottolineato Piscitelli – abbiamo lavorato affinché tutta la provincia di Caserta recuperasse 503 posti letto (Policlinico a parte), che erano stati sottratti, direi strappati, alla nostra terra e che oggi ci consentono di passare dagli attuali 2,6 a 3,2 posti letto per 1000 abitanti, come previsto per le altre province”.

“I cittadini di Terra di Lavoro – ha aggiunto Piscitelli – si vedono confermati gli 80 posti letto per l’ospedale di San Felice a Cancello, il pronto soccorso di Maddaloni, Piedimonte Matese, Marcianise, Santa Maria Capua Vetere, Sessa Aurunca e la casa di cura Pineta Grande di Castel Volturno. Nei prossimi giorni il Presidente Piscitelli incontrerà di Direttore Generale dell’ASL di Caserta per verificare il cronoprogramma dell’attuazione del piano sanitario, anche per rassicurare gli operatori sanitari a poter svolgere con efficacia la propria attività.

“L’impegno per una Sanità migliore, che assicura il diritto alla salute, continua. Ciò è la dimostrazione – ha concluso Piscitelli – del lavoro che si fa: operoso, concreto e coerente”.