Sant’Antuono, nell’ambito della festa presentata la mostra “Macerata Campania Città che Suona”



I membri dell'Associazione 'Na chiacchiera

In occasione della celebre festa di Sant’Antonio Abate svolta a Macerata Campania, risultati positivi per la mostra campana realizzata dall’Associazione culturale ‘Na Chiacchiera che ha dedicato diverse giornate a tematiche strettamente legate alla tradizione e alla creatività.

A Macerata Campania clima festoso, calore e tradizione sono stati gli ingredienti essenziali per la buona riuscita dell’edizione 2018 della festa dedicata a S. Antonio Abate. Ampiamente raccontati e testimoniati dalla nostra redazione attraverso i nostri video inediti e i nostri articoli sull’evento e sui prodotti tipici.

L’associazione culturale ‘Na Chiacchiera ha partecipato alla manifestazione con uno stand allestito nella Villa Comunale, Palazzo Piccirillo,Corso Umberto I,N 13.

Allestita in maniera creativa, la mostra “Macerata Campania Città che Suona” ha voluto rievocare, attraverso l’esposizione di creazioni  realizzate dai bimbi, il clima maceratese e l’ingegno dei piccoli artisti locali. Sono stati realizzati miniature dei tipici carri, simbolo della festa, con materiale umile quale cartapesta, sughero, carta stagnola e tanto altro. Per non parlare del piccolo carro telecomandato realizzato da un giovane gruppo di studenti. Dal punto di vista creativo sono stati presentati ritratti di donne create da un’artista maceratese.

Ma non solo: è stato possibile assaggiare i prodotti tipici nonchè varietà di formaggi, sorseggiare il vino locale realizzato per l’occasione e scoprirne di più sulle origini e sulle tradizioni di Macerata grazie anche agli interventi di personaggi di spicco ospitati di volta in volta nel sito. Ogni giornata della mostra è stata dedicata ad una tematica.

In particolar modo il 15 Gennaio è stato allestito il laboratorio culinario “O menù e Sant’Antuono”  in collaborazione con Franco Cipro di Osteria n’100 e della nutrizionista Antonella Vetrella con un menù dedicato alla famosa pastelessa, piatto maceratese per eccellenza.

Il 16 Gennaio ha visto protagonista il laboratorio musicale intitolato “I simboli e segni della musica di Sant’Antuono” a cura del Capobattuglia Antonio D’Amico .

La rassegna di iniziative in collaborazione con l’Associazione ha voluto celebrare e trasmettere la passione nei confronti della tradizione.  La festa di Sant’Antonuo è stata celebrata dall’Unesco come testimonianza di patrimonio immateriale.

La seconda tappa della festa si svolgerà a Portico di Caserta il prossimo fine settimana.

Leggi anche