Sciopero dei vigili del fuoco CONAPO Caserta: ” Il Governo M5S-Lega non ha mantenuto le promesse”

I Vigili del Fuoco di Caserta della CONAPO aderiscono allo sciopero indetto dal sindacato per domani 10 novembre: “Il Governo M5S-Lega non ha mantenuto le promesse, domani aderiremo allo sciopero assicurando comunque il soccorso tecnico urgente.”

Il comunicato stampa dei vigili del fuoco riguardante lo sciopero indetto per domani dal sindacato CONAPO a cui aderirà anche la sezione di Caserta, mantenendo comunque il loro impegno con la cittadinanza e intervenendo in caso si soccorso tecnico urgente.

“Vogliamo citare alcune evidenti criticità del recente riordino
Avete ridotto le qualifiche dei Vigili, eliminato una dei Capi Reparto, avete ridotto quelle degli Ispettori e non avete aumentato quelle dei direttivi, disallineando ulteriormente i VV.F dagli altri Corpi in Divisa dello stato, l’equiordinazione ovvero semplicemente chiamarci con lo stesso nome sarebbe costata ZERO, non è stata fatta, eppure nel programma di governo c’è l’equiparazione economica e previdenziale dei VVF agli altri corpi, come spiegate tutto questo? Non avete riconosciuto come specializzazioni i TLC o i Cinofili ed avete creato una scatola vuota per Nautici e Sommozzatori che ora sono, Unico Caso, prima Specialisti e poi VVF, il risultato è che avete cambiato di fatto il quadro NON hanno mantenuto la promessa giuridico per questi specialisti, cosa di adeguare le retribuzioni dei Vigili affronteranno ora? M del Fuoco ai livelli previsti per le Forze anca ancora un ruolo tecnico per salvaguardare il personale non più idoneo dell’Ordine come da Contratto Governo e con l’età media del personale operativo SCIOPERO NAZIONALE VIGILI FUOCO è una scelta inspiegabile. 10 NOV 2018 dalle 9,30 alle 13,30 Avete aumentato il numero dei Vigili Coordinatori, che per passare Capo Squadra devono fare un concorso a differenza degli operatori amministrativi che passano a ruolo aperto senza concorso all’equivalente qualifica funzionale, oggi sono circa 10.000 con minimo 12 anni di servizio e tantissimi con 22/24 anni, posto che si bandisca un concorso per 500 Capo Squadra all’anno – cosa irrealizzabile – per portare tutti i Vigili Coordinatori Capo Squadra occorrono venti anni!!!!

Dove è la velocizzazione delle carriere? Inoltre se il nostro è un Corpo Nazionale dal 1941, com’è possibile prevedere Concorsi Provinciali? Volete decentralizzarlo o regionalizzarlo ? Paradossale la situazione dei VC con 12 anni di servizio che faranno i Capo Partenza senza percepire l’assegno di specificità, come valorizzazione del personale è deprimente! Avete preferito utilizzare risorse da destinare al riordino per equiordinare il personale amministrativo a quello operativo, avete creato la Dirigenza amministrativa e il ruolo tecnico professionale velocizzando di fatto le carriere, ma non quelle del personale operativo, non era preferibile ALMENO dare le stesse possibilità ai Vigili del fuoco ed al personale operativo tutto?Perché esiste l’art. 74 per il personale amministrativo e non per quello operativo, dateci una risposta a questo.”