“Sopravvivere non basta 2017”, l’università Vanvitelli in favore della donazione degli organi

Gli “Events for World Kidney Day 2017” fanno la loro tappa anche presso l’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli, allo scopo di sensibilizzare e informare tramite una manifestazione internazionale dedicata alla donazione degli organi.

L’università della Campania Luigi Vanvitelli il giorno 10 marzo, dalle ore 9:30, presso l’Aulario del Dipartimento di Giurisprudenza sito in Via Perla, in Santa Maria Capua Vetere, ospiterà una delle tappe del progetto “Sopravvivere non basta 2017”, degli “Events for World Kidney Day 2017”, promosso da diverse associazioni del territorio, in collaborazione con enti internazionali, allo scopo di promuovere l’informazione e la conoscenza sulla donazione degli organi.

All’evento interverrà Reginald Green, giornalista americano nonché papà di Nicholas, il bimbo che fu ucciso in Italia all’età di 7 anni, il 1 ottobre del 1994, in un tentativo di rapina sull’autostrada Salerno-Reggio Calabria, mentre era in vacanza con i suoi genitori e la sorellina. Nonostante il dolore per la perdita del figlio, Reginald e la moglie decisero di autorizzare l’espianto e la successiva donazione degli organi del figlio morto, salvando la vita a 7 italiani: gli organi furono donati a quattro adolescenti e a un adulto; altre due persone riacquistarono la vista grazie al trapianto delle cornee. Reginald Green ha sempre parlato da allora dell’importanza della vita e della donazione, dichiarando altresì di non provare odio o desideri di vendetta per gli assassini del figlio, che furono condannati uno all’ergastolo e l’altro a 20 anni di reclusione. Sulla storia e sulla donazione, il giornalista ha anche scritto due libri: “Il dono di Nicholas”, da cui è stato tratto anche un film e “Il regalo che guarisce”. Nel febbraio 2017, 22 anni dopo il trapianto, è morto a 37 anni, a causa di un linfoma, Andrea Mongiardo, il giovane romano che ricevette il cuore di Nicholas Green.

Oltre a Reginal Green, all’evento interverranno: ROSANNA CIOFFI, Prorettrice per gli Affari Culturali, Università degli Studi della Campania, Luigi Vanvitelli; ADELE VAIRO, Preside Liceo Manzoni, Caserta; ANTONELLA SERPICO, Preside ITIS-LS F. Giordani, Caserta; SILVANA DECATO, Preside ITES Leonardo da Vinci, Santa Maria Capua Vetere; GENNARO CASTALDI, Presidente AIDO CASERTA; GIUSY DE ROSA, Comitato Scientifico di “Sopravvivere Non Basta”.

Di seguito, la locandina dell’evento e delle tappe del progetto “Sopravvivere non basta 2017”.

donazione